Il 3D per l'attività di marketing delle città storiche

Il 3D diventa facile con le tecnologie dei partner di CRISEL, tra cui GEOMAX e Collegio dei Geometri di Viterbo che ha ospitato l'evento dedicato alle tecnologie del 3D Reality Capture che si è svolto lo scorso 12 luglio 2022.


Il punto sulle Tecnologie del 3D Reality Capture

L'evento, in forma di seminario, ha fatto il punto sulle Tecnologie del 3D Reality Capture, basato non solo sulla tecnologia emergente SLAM, ma andando oltre nel modello rappresentativo, coinvolgendo anche le questioni legate alla cartografia catastale, che prima o poi dovrà introdurre il 3D tra le informazioni necessarie alla gestione delle moderne smart city, così come quelle storiche.

 

Uno shot del rilievo con tecnica SLAM durante il seminario.

Uno shot del rilievo con tecnica SLAM durante il seminario.

 

Ma andiamo per ordine, e dopo una prima carrellata informativa sulle questioni catastali, in particolare sulla nuova piattaforma cartografica rilasciata negli ultimi mesi dall'Agenzia del Territorio, il focus si è spostato sul tema dell'innovazione tecnologica. A tenere la relazione sulla nuova piattaforma cartografica il nome storico di PREGEO, Eliano Tufillaro, che ha come sempre introdotto al tema del rilievo geo-topografico, come elemento primario dell'aggiornamento cartografico-catastale, pur nell'evoluzione degli elementi cartografici complessi, come quelli delle stratificazioni informative di misure geo-topografiche, che inizialmente appartenevano a circa 800 sistemi cartografici diversi.

 

Oltre il catasto

Oltre il catasto, una breve relazione sull'innovazione nel campo della geomatica, e infine una relazione dirimente sulle problematiche del 3D in termini tecnici, ma anche e soprattutto sulla importanza di tali strumenti nelle attività di marketing delle città storiche, come Viterbo ben rappresenta.

E' ovvio infatti, che il mondo in 3D sta assumendo sempre più importanza, e con ciò il mondo dei social e della comunicazione digitale, permette di raggiungere un pubblico internazionale come mai lo è stato fino ad ora. 

Nella relazione firmata da Luigi Proietti, decano della fotogrammetria e originario di Viterbo, si è parlato non solo del 3D tradizionale, ma anche e soprattutto dei modelli rappresentativi di nuova generazione, che passano dal modello geometrico a quello dinamico, in cui il mix tra Point Cloud e Fotogrammetria è il vero modello di sviluppo, in cui si ritrova allo stesso tempo precisioni e cromaticità.

 

Il test sul campo del 3D

Mentre il seminario andava avanti con il dibattito, non è però mancato il tempo per realizzare un veloce test di campo, e testare così uno dei sistemi più avanzati del momento, rappresentato dal sistema BKL2GO di Leica, visto all'opera in tempo reale grazie ad Andrea Menghini di GEOMAX e al suo staff, che in un breve percorso di acquisizione dati ha potuto documentare "al volo" lo scenario della location presso i Cavalieri di Malta in Piazza Verdi.

Visualizzare i dati 3D è però uno dei problemi primari, e perciò è intervenuto in remoto M.Vicentino che ha presentato i servizi GeoSDH di GEOWEB, il cui obiettivo è quello di mettere a disposizione dei professionisti potenti strumenti per il 3D, resi semplici dall'uso dello smart hosting di dati geospaziali, ovvero la possibilità di sviluppare rilievi fotogrammetrici, gestire nuvole di punti da laser scanner, e molte altre informazioni georeferenziate su cartografia OSM e catastale.

 

Riferimenti

  

Modello 3D realistico di una porzione del centro storico di Viterbo.

Modello 3D realistico di una porzione del centro storico di Viterbo.