COSA FARE al SAIE 2014 - Istruzioni per l’USO per un TECNICO in visita

COSA FARE al SAIE 2014 - Istruzioni per l’USO per un TECNICO
Di Stefania Alessandrini, INGENIO
 
Sul sito di SAIE è stato pubblicato il programma degli eventi della 50ma edizione della più importante manifestazione delle costruzioni italiana. Un programma estremamente ricco e che tocca tanti temi di interesse per gli addetti ai lavori.
 
Ma cosa scegliere? cosa frequentare? quali sono le cose più interessanti da visitare? Mi sono letta con attenzione tutto il programma e ho fatto una mia selezione. Probabilmente non è la migliore, ma spero possa essere un utile riferimento per i tecnici.
 
Non posso che partire dal FORUM, ovvero l’insieme di attività che si svolgeranno nell’arena centrale del SAIE, il cosiddetto Centro Servizi. Sono previsti sei eventi di grandissima levatura politica per il nostro settore. Vi parteciperanno Renzi e i ministri più coinvolti dal nostro settore, i rappresentanti di tutti i consigli nazionali delle professioni, i rappresentanti delle più importanti istituzioni, delle associazioni industriali e culturali, del mondo accademico.
 
Al primo evento: COSTRUIAMO IL FUTURO, RAMMENDIAMO L’ITALIA!  è prevista la partecipazione di Renzi e sono presenti i rappresentanti delle professioni – La presentazione del convegno recita le parole di Renzo Piano “Siamo in un Paese straordinario e bellissimo, ma allo stesso tempo molto fragile. E’ fragile il paesaggio e sono fragili le città” uno stimolo molto forte per partecipare a questo che sarà anche il momento inaugurale dell’edizione dei 50 anni di SAIE.
Nel pomeriggio, sempre nella parte centrale della fiera ci sarà il FORUM  L’INNOVAZIONE URBANA COME MOTORE DI SVILUPPO dove si punta ad affrontare i temi dell’innovazione urbana come motore per uscire dalla crisi, per una nuova economia e un nuovo costruire, di cui l’industria delle costruzioni sarà il vero protagonista di questo processo.
Il 23 il terzo FORUM, INFRASTRUTTURE E RETI METROPOLITANE PER IL RILANCIO DEL PAESE, un tema che interessa molti ingegneri, chi si occupa di costruzioni e chi si occupa di ICT. In questo convegno si affronterà quindi il tema delle infrastrutture, del loro valore nell’economia del Paese, della necessità di renderle sempre più sostenibili, intelligenti, sicure. E l’argomento verrà affrontato attraverso un confronto serrato tra il governo, con le sue proposte, i grandi committenti per le grandi imprese italiane, impegnate nel nostro Paese e nel Mondo per la costruzione delle più importanti infrastrutture.
Nel pomeriggio MENO BUROCRAZIA E NUOVE REGOLE PER SBLOCCARE L’ITALIA e qui viene affrontato un tema chiave per la professione, quello delle regole e delle procedure autorizzative che attanagliano ed impediscono il libero dispiegarsi delle energie imprenditoriali e degli investimenti nell’edilizia trovano nella Pubblica Amministrazione. Sappiamo infatti tutti che dalla semplificazione può venire un contributo fondamentale al raggiungimento degli obiettivi per la crescita, poiché la rivoluzione digitale sarà in grado anche di impattare positivamente sullo sviluppo futuro del costruire e della attività edilizia.
Venerdì mattina si parla di RIUSO ED EFFICIENZA ENERGETICA PER UNA RIGENERAZIONE URBANA SOSTENIBILE. Sappiamo tutti che questo è un tema caldo e che “dà da mangiare” a molti professionisti e aziende. La limitazione dei consumi energetici, la riqualificazione del patrimonio edilizio costruito nel dopoguerra che è in pessime condizioni, la necessità di ridurre il consumo di suolo puntando sul modello di città compatta e la rigenerazione urbana sono temi prioritari per le politiche di sviluppo dei prossimi anni e questo è fonte di lavoro oltre che un’esigenza prioritaria.
Venerdì pomeriggio l’ultimo FORUM, SMART CITY: AGENDA DIGITALE E AGENDA URBANA. Con questo FORUM ci si sposta sul futuro dell’edilizia e delle costruzioni, ovvero dell’evoluzione intelligente che riguarda in particolare le città e le aree metropolitane.
 
Sopra al centro servizi ci sono numerosi eventi molto interessanti.
Il primo evento che voglio evidenziare è decisamente interessante: il 22 ottobre il Presidente Reggente Consiglio Superiore dei LLPP Massimo Sessa aprirà un convegno dedicato alla REVISIONE delle NORME TECNICHE per le COSTRUZIONI.
Abbiamo grande curiosità per questo evento perché accade pochi giorni prima della riunione dell’Assemblea Generale del Consiglio Superiore dei LLPP in cui verranno votate le nuove NORME TECNICHE per le COSTRUZIONI. Infatti, come già annunciato dal Consiglio Superiore il testo sarà portato all’approvazione il 24 ottobre, quindi due giorni dopo il convegno al SAIE.
Un testo a lungo dibattuto su vari aspetti quali gli edifici esistenti e i controlli sui materiali da inserire nelle Ntc, soprattutto per quanto riguarda le novità tecnologiche e i materiali meno regolamentati.
Su INGENIO ne abbiamo parlato a lungo, in particolare sui temi riguardanti il capitolo 8 e le differenti opinioni che sono state espresse su questo argomento da più parti. In materia di adeguamento sismico alcuni membri della commissione  vorrebbero che rimanesse l'impostazione delle norme del 2008, mentre altri relatori e praticamente tutte le rappresentanze industriali ritengono che si debbano fare differenziazioni tra edifici nuovi ed esistenti, adottando per i secondi livelli di sicurezza leggermente inferiori, con l’obiettivo di facilitare l’adozione di interventi di adeguamento sismico. Un tema importante, con posizioni giustificate e giustificabili da entrambe le parti: va dato merito al Presidente Sessa di aver cercato in ogni modo di trovare una soluzione condivisa e siamo in ansia di avere un chiarimento su quale sarà la scelta finale.
Molto dibattuto anche il tema dei controlli sui materiali da inserire nelle Ntc, soprattutto per quanto riguarda le novità tecnologiche e i materiali meno regolamentati. Qui ovviamente hanno pesato i pareri delle diverse aree settoriali, perché da questi capitoli potrà dipendere la scelta del progettista per una tecnologia oppure un'altra. INGENIO ha pubblicato anche diverse interviste su questi temi, tra cui quelle al consigliere CNI Giovanni Cardinale e al Prof. Luca Sanpaolesi.
Questo evento giunge quindi interessantissimo e va apprezzata la volontà del Presidente Sessa di voler dare in questo modo un ulteriore segnale di grande trasparenza. All'evento sono stati invitati dal Consiglio Superiore dei LLPP dei relatori di primo piano e direttamente coinvolti nella realizzazione del documento:
      Pietro BARATONO – Provveditore Interregionale delle OOPP per la Lombardia e la Liguria
      Emanuele RENZI – Servizio Tecnico Centrale
      Giovanni CARDINALE  – Consiglio Nazionale Ingegneri
      Pietro CROCE – Università di Pisa
      Ivo VANZI – Università di Chieti – Pescara
Coordinerà i lavori Antonino SANTONOCITO – Presidente Settore Costruzioni AICQ – che ha seguito direttamente l’organizzazione dell’evento.
 
Segnalo poi due convegni organizzati dai geologi estremamente attuali e con relatori molto importanti. Il 23 pomeriggio ottobre 2014 un convegno al tema del “convivere con il dissesto idrogeologico”, titolo che evidenzia come sia necessario per l’intera nostra società rendersi conto che siamo di fronte a un problema diffuso e che quindi non possa essere affrontato per decisioni estemporanee, ma trattato con continuità e con consapevolezza. Previsto l’intervento di Erasmo D’angelis, Capo struttura di missione contro il dissesto idrogeologico e per lo sviluppo delle infrastrutture idriche del Governo Renzi.
Il venerdì 24 ottobre mattina invece verrà approfondita la parte della Geognostica. Si tratta di un argomento spinoso, su cui vi sono state nel recente passato parecchie polemiche, soprattutto su chi possa fare prove di questo tipo. Il convegno sarà un utile riferimento per capirne di più.
 
Sempre nel centro servizi un importante convegno dell’Associazione dell’ingegneri Sismica Italiana: “ SISMA ED ELEMENTI NON STRUTTURALI – Approcci, Stati limite e Verifiche Prestazionali” che si tiene venerdì 24 ottobre (ore 14.00 presso la sala Minuetto – Centro Servizi – Blocco D – Fiera di Bologna). Il Convegno analizzerà come gli elementi strutturali secondari e gli elementi non strutturali abbiano avuto in passato un ruolo marginale nella progettazione sismica degli edifici e delle infrastrutture, ma tuttavia costituiscano una percentuale del valore dell’opera spesso di gran lunga superiore a quella delle strutture, partendo dalle esperienze dei danni verificatisi nei sismi dell’Aquila e dell’Emilia, che hanno sottolineato la necessità di porre estrema attenzione verso questi elementi della costruzione, sia nella progettazione di edifici di nuova costruzione, sia nella vulnerabilità degli edifici esistenti. Il Convegno ISI esaminerà anche come le norme italiane trattino marginalmente il tema, mentre numerose normative internazionali stiano facendo chiarezza sull’approccio alla progettazione sismica di tali sistemi, sebbene non accada spesso che i prodotti presentino adeguate qualificazioni alle azioni sismiche. Il Convegno è rivolto ai progettisti strutturali ed impiantistici e ai tecnici responsabili della progettazione di edifici costituenti luoghi di lavoro o aperti al pubblico e intende presentare il tema in una prospettiva applicativa, mostrando punti di vista di esperti operanti nel campo accademico (fra gli altri il Convegno ISI ospiterà gli interventi del Prof. Walter Salvatore dell’Università di Pisa, del Prof. Gian Michele Calvi dello IIUSS di Pavia, del Prof. Stefano Grimaz dell’Università di Udine e del Prof. Roberto Scotta dell’Università di Padova) e in quello professionale (relazioni dell’Ing. Domenico Positello di ICO Engineering e dell’Ing. Giorgio Bo di Prodim).
 
Il giovedì il CTA – collegio dei Tecnici dell’Acciaio – organizza il convegno “Le norme UNI EN 1090-1 E 1090-2: analisi ed applicazioni” con la presenza di Bruno FINZI,
Dario AGALBATO, Bruno STEFANONI, Benedetto CORDOVA e Marco TORRICELLI.
 
Vicino al centro servizi c’è il PAD. 26 con l’AREA DELLA RICERCA che ospita 21 Centri di Ricerca e Laboratori Universitari, insieme all’Enea, al CNR, a ReLuis e a diverse Reti di Imprese. L’obiettivo è quello di illustrare quanto di più avanzato hanno realizzato i ricercatori italiani nel campo dell’edilizia e delle costruzioni, e come i risultati di queste ricerche siano già in molti casi diventati prodotti sul mercato ed utilizzabili nelle realizzazioni. Alcuni dei centri di ricerca attrezzeranno un’area dedicata alle tecnologie per la sperimentazione di prototipi e la conduzione di prove in situ sulle costruzioni.
Per noi tecnici è un’occasione per conoscere in anteprima dei prodotti di grande innovazione: droni per il telerilevamento di prossimità, malte inorganiche, materiali ceramici ad alta funzionalità, un nuovo sistema di monitoraggio degli edifici che, testato sul Manhattan Bridge di New York, in tempo reale, durante una scossa, rileva il danneggiamento della struttura. E ancora: monitoraggio real-time di ponti e viadotti di grande luce, dissipatori sismici, materiali compositi a matrice cementizia per il rinforzo di murature in laterizio e tante altre innovazioni.
I prototipi esposti saranno organizzati secondo 3 Focus
•          Sicurezza ed adeguamento sismico delle costruzioni
•          Nuove tecnologie per edifici sicuri e sostenibili
•          Materiali innovativi ed eco-performanti per l’edilizia e le costruzioni
Saranno poi presenti almeno 3 Laboratori Mobili attrezzati per la conduzione di prove in situ, che fanno riferimento alle università di Bologna, Padova, Napoli. Nell’esecuzione delle prove saranno illustrate gli obiettivi e le modalità di funzionamento di tutte le attrezzature necessarie per una completa conoscenza delle prestazioni di un edificio o di una infrastruttura, o per la conduzione per la certificazione delle performances di una nuova tecnologia, ed in particolare:
•          prove su materiali e strutture;
•          prove dinamiche (edifici, ponti) e monitoraggio real time;
•          attrezzature “portatili” per lo svolgimento in laboratorio di prove a rottura su elementi strutturali;
•          rilievo delle dispersioni energetiche sugli edifici;
•          svolgimento di test di acustica in situ ed in laboratorio;
•          rilievo topografico e di edifici (laserscanner, GPS satellitari, fotogrammetria, etc).
 
Sempre nel padiglione 26 ci sarà la SAIE Built Academy: 35 corsi di alta formazione realizzati in collaborazione con i Consigli nazionali e gli ordini provinciali delle diverse categorie del mondo della progettazione e con il Comitato Scientifico di SAIE.
Ogni corso è organizzato in moduli di 3 ore, suddivisi in 5 aree tematiche. 
Nell’area “Eventi Naturali e Gestione delle emergenze” insieme all’Università LA SAPIENZA di ROMA e all’Università’ di BOLOGNA le più innovative tecnologie di intervento per prevenire e gestire il rischio alluvioni; in collaborazione con ITALFERR, ed ENEA le Tecnologie avanzate per la progettazione di infrastrutture in aree ad alto rischio sismico e idrogeologico; con l’aiuto di AIPIN il corso “Ingegneria naturalistica e architettura del paesaggio” dove si approfondiranno le moderne teorie e soluzioni di pianificazione e gestione territoriale, azioni per la riduzione dei rischi geo-ambientali.
Nella seconda area tematica dedicata alla “Sicurezza del patrimonio edilizio” è l’innovazione tecnologica nell’ambito sismico a fare da tema conduttore delle diverse lezioni. Si parlerà quindi di nuove soluzioni per gli edifici scolastici e ospedalieri, di isolatori e dissipatori sismici, così impiegati in alcuni Paesi, ma ancora molto poco conosciuti in Italia, di miglioramento degli edifici prefabbricati, di interventi sugli edifici storici che grazie alle nuove tecnologie oggi sono meno invasivi e conservativi.
Costruire Sostenibile è al centro della terza area tematica: protocolli ambientali e le nuove tecnologie per l’efficientamento energetico  nelle diverse applicazioni dell’edilizia residenziale e delle scuole. Un corso sarà dedicato all’evoluzione domotica all’interno e all’esterno del sistema edificioe alla modellazione energetica.
Nell’area della Riqualificazione Urbana, i corsi tratteranno della riconversione di stock immobiliari, di uso del sottosuolo, di interventi di demolizione. Particolare attenzione verrà dedicata anche agli impianti sportivi e al ruolo che possono avere per una riqualificazione territoriale e sociale.
L’ultima area ai nuovi strumenti che caratterizzeranno la progettazione e le costruzioni nei prossimi anni: il BIM- BUILDING INNOVATION MODELLING, la scansione e la stampa 3D, i sistemi GEOSDI, gli OPEN DATA e la digitalizzazione delle banche dati pubbliche, la modellazione digitale.
Ce ne è quindi per tutti i gusti …
 
Oltre alla scuola ci sono tutti i programmi delle PIAZZE o ARENE.
Di fianco al padiglione del SAIE BUILT ACADEMY c’è il padiglione 25 con alcune piazze dove si tengono degli eventi molto interessanti. Nell’area di FEDERBETON, che è studiata come una grande città: STRADE CONCRETE?PER LA RIGENERAZIONE URBANA, il progetto, messo a punto con il Consiglio Nazionale degli Architetti, prevede una grande area realizzata come una città, quindi con piazze, vie, alberi, segnali e, ovviamente, edifici. Al centro dell’area vi sono tre elementi di grande importanza:
·      strada in calcestruzzo, un esempio concreto di manto stradale di qualità, sicuro e sostenibile
·      mostra fotografica dedicata all’Autostrada del Sole nel suo 50° ANNIVERSARIO
·      arena per eventi, in cui si alterneranno incontri e convegni di grande importanza per l’intero settore delle costruzioni.
Per quanto riguarda i convegni segnalo tre eventi:
·      WORKSHOP?TECNICHE INNOVATIVE PER IL MIGLIORAMENTO SISMICO DI EDIFICI PREFABBRICATI - Organizzato da: ACI IC e CTE con la collaborazione di FEDERBETON, ASSOBETON, AICAP e di SAIE -Mercoledì 23 ottobre 2014, ore 9.30
·      STRADE CONCRETE PER LA RIGENERAZIONE URBANA?- Le nuove pavimentazioni stradali in calcestruzzo per una mobilità sostenibile e sicura - Convegno organizzato da: Federbeton - Venerdì 24 ottobre 2014, ore 10
·      Costruire in altezza, sfida alla verticalità: dai "grattanuvole" milanesi alle nuove potenzialità strutturali del calcestruzzo, Organizzato da: Federbeton in collaborazione con SAIE
 
Sempre nello stesso padiglione c’è il Parco del Laterizio e della Ceramica, organizzato da ANDIL un luogo con l’opportunità di vagliare con cognizione le tematiche di grande attualità attraverso la messa a punto incontri di approfondimento e la presentazione di mostre e prodotti:
·      Presentazione di una selezione di progetti di scuole italiane costruite in laterizio, materiale capace di assicurare nelle molteplici forme e soluzioni, condizioni di sicurezza, salubrità e comfort con un linguaggio architettonico attento alle specifiche esigenze dei più piccoli.
·      Installazioni di abachi delle più attuali e prestazionali proposte tecniche in laterizio di muratura strutturale e non e pannelli di attività di Ricerca&Sviluppo rappresentativi sia dei risultati ottenuti, trasferiti nella normativa tecnica in vigore, sia dei più recenti studi in corso con i nuovi ambiziosi obiettivi da traguardare per tamponature antisismiche.
All’interno del Parco del Laterizio e della Ceramica c’è anche un’Arena in cui si susseguono incontri con docenti universitari, tra i principali esperti in materia, che inquadrano le problematiche e le criticità di temi di grande interesse, allo scopo di fornire le migliori soluzioni per la loro ottimale risoluzione. Seguono approfondimenti a cura delle aziende presenti nella stessa area espositiva. Un’opportunità formativa e un’occasione per confrontarsi con gli esperti anche per avere una risposta personalizzata su casi specifici. Oltre agli incontri con gli esperti del mondo accademico per entrare nel merito degli aspetti normati, quali quelli strutturali ed antisismici o dell’efficienza energetica, viene data la possibilità di confrontarsi direttamente con i produttori, per approfondire anche gli aspetti costruttivi, quali ad esempio l’isolamento acustico e la correzione dei ponti termici. L’obbiettivo è quello di andare oltre le norme e diffondere la cultura del vivere in qualità, per assicurare condizioni di comfort e di salubrità, affinché la casa sia effettivamente il luogo ideale in cui trascorrere gran parte della nostra vita.
 
Proseguiamo sempre nello stesso padiglione e c’è un’arena per i cultori della materia dei pavimenti. Qui CONPAVIPER organizza una serie di incontri. Segnalo questi convegni:
Il Giovedì 23 ottobre alle ore 10.00 il seminario “le nuove LINEE GUIDA CONPAVIPER per la PRESCRIZIONE, POSA, CONTROLLI, VERIFICA FINALE e MANUTENZIONE dei RIVESTIMENTI RESINOSI”. Nello stesso giorno alle ore 14.00 il seminario “Retrofit di un pavimento: Come intervenire per rendere la propria casa più efficiente, più sana e confortevole, liberare spazio, utilizzando gli incentivi”
Il Venerdì 24 ottobre alle ore 10.00 il seminario rivolto ai progettisti “Istruzioni per la progettazione, l’esecuzione ed il controllo delle pavimentazioni di calcestruzzo” dedicato al documento normativo che il CNR sta predisponendo per le pavimentazioni industriali.
 
Spostandoci di padiglione verso l’area del software troviamo AIST, l’associazione del Software Tecnico, che presenta un ricco programma di eventi nella sua arena e tre eventi speciali.
·      INTERVENTI DI RINFORZO CON I SOFTWARE DI CALCOLO STRUTTURALE, giovedì 23-10 - Pad. 33 - Sala Allemanda - SAIE 2014 
·      ANTINCENDIO - in collaborazione con FIREPRO, venerdì 24-10 - Pad. 33 - Sala Gavotta - SAIE 2014 
·      BIM E INTEROPERABILITA' , sabato 25-10 - Pad. 33 - Sala Gavotta - SAIE 2014 in cui è impegnato anche il nostro editore, l’ing. Andrea Dari.
 
Nel padiglione 22 invece c’è l’area Green Habitat di Norbert Lantschner, consulente scientifico di SAIE, per lanciare l’obiettivo di un Piano Nazionale finalizzato a "minimizzare il consumo di energia e le emissioni, migliorare il comfort abitativo e la salubrità e ottimizzare l’uso delle risorse” per fare ripartire il settore dell’edilizia e garantire un beneficio per il Paese e per l’ambiente.” In Italia ci sono sei milioni di potenziali cantieri che aspettano di essere aperti. Sono gli edifici poco efficienti, poco confortevoli, poco sostenibili e in molti casi anche poco sicuri. 
Le iniziative interattive GreenTech, GreenInfo, GreenSelfie e Green Quiz faranno conoscere ai visitatori la qualità del futuro, per progettare, costruire e abitare nei prossimi cinquanta anni. Tra gli eventi segnalo che ci sarà una particolare attenzione a Rhome for Dencity, il progetto italiano che ha vinto il concorso internazionale SOLAR DECATHLON.
 
 
BOX 1
FORUM 50°
 
22 OTTOBRE ORE 10:30 - 13:30
COSTRUIAMO IL FUTURO, RAMMENDIAMO L’ITALIA!
 
23 OTTOBRE ORE 14:30 - 18:00
L’INNOVAZIONE URBANA COME MOTORE DI SVILUPPO
 
23 OTTOBRE ORE 10:00 - 13:30
INFRASTRUTTURE E RETI METROPOLITANE PER IL RILANCIO DEL PAESE
 
23 OTTOBRE ORE 14:30 - 18:00
MENO BUROCRAZIA E NUOVE REGOLE PER SBLOCCARE L’ITALIA
 
24 OTTOBRE ORE 9:30 - 12:30
RIUSO ED EFFICIENZA ENERGETICA PER UNA RIGENERAZIONE URBANA SOSTENIBILE.
 
24 OTTOBRE ORE 14:30 - 18:00
SMART CITY: AGENDA DIGITALE E AGENDA URBANA
 
 
BOX 2
SAIE BUILT ACADEMY
SAIE BUILT ACADEMY è strutturata in 5 aree tematiche:
·      Tutela e sicurezza del territorio
·      Sicurezza del patrimonio edilizio
·      Progettare e Costruire Sostenibile
·      Riqualificazione Urbana
·      Innovazione nella progettazione
 
Programma EVENTI
A - Tutela e sicurezza del territorio
22 ottobre ore 10.00 – 13.00
A1 - Eventi naturali e gestione delle emergenze
22 ottobre ore 14.00 – 17.00
A2 - Zone a potenziale rischio di liquefazione a seguito di sisma
23 ottobre ore 10.00 – 13.00
A3 - Prevenire e gestire il rischio alluvioni
23 ottobre ore 14.00 – 17.00
A4 - Tecnologie avanzate per la progettazione di infrastrutture in aree ad alto rischio sismico e idrogeologico
24 ottobre ore 10.00 – 13.00
A5 - La gestione delle problematiche delle costruzioni e delle infrastrutture sulla costa marittima
24 ottobre ore 14.00 – 17.00
A6 - La gestione delle opere infrastrutturali
25 ottobre ore 10.00 – 13.00
A7 - Ingegneria naturalistica e architettura del paesaggio
B - Sicurezza del patrimonio edilizio
22 ottobre ore 10.00 – 13.00
B1 - La sicurezza sismica del patrimonio edilizio
22 ottobre ore 14.00 – 17.00
B2 - Vulnerabilità sismica degli edifici storici e criteri di intervento
23 ottobre ore 10.00 – 13.00
B3 - Vulnerabilità sismica degli edifici scolastici e ospedalieri
23 ottobre ore 14.00 – 17.00
B4 - Tecniche per il miglioramento sismico degli edifici industriali
24 ottobre ore 10.00 – 13.00
B5 - Isolamento sismico e sistemi di dissipazione
24 ottobre ore 14.00 – 17.00
B6 - La progettazione di fondazioni di edifici in terreni ad alta instabilità
25 ottobre ore 10.00 – 13.00
B7 - Approccio ingegneristico alla sicurezza contro il rischio di incendio
C - Progettare e Costruire Sostenibile
22 ottobre ore 10.00 – 13.00
C1 - La sostenibilità nelle costruzioni
22 ottobre ore 14.00 – 17.00
C2 - La progettazione di un edificio residenziale nell’ambito dei protocolli ambientali
23 ottobre ore 10.00 – 13.00
C3 - La progettazione di Edificio scolastico maestro di sostenibilità
23 ottobre ore 14.00 – 17.00
C4 - L’evoluzione domotica all’interno e all’esterno del sistema edificio
24 ottobre ore 10.00 – 13.00
C5 - Il progetto tecnico/economico di qualificazione energetica di un edificio residenziale multipiano
24 ottobre ore 14.00 – 17.00
C6 – I Centri Federali FIGC-LND esempio di innovazione e sostenibilità
25 ottobre ore 10.00 – 13.00
C7 - Il generatore edile: come usare e integrare geotermia, solare e fotovoltaico
D - Riqualificazione Urbana
22 ottobre ore 10.00 – 13.00
D1 - Riqualificazione urbana 
22 ottobre ore 14.00 – 17.00
D2 - Riconversione di uno stock immobiliare
23 ottobre ore 10.00 – 13.00
D3 - I grandi Impianti sportivi motore di riqualificazione urbana, di  innovazione tecnologica e strutturale
23 ottobre ore 14.00 – 17.00
D4 - Landscape sportivo in aree urbane
24 ottobre ore 10.00 – 13.00
D5 - Progettare la demolizione
24 ottobre ore 14.00 – 17.00
D6 - L’uso del primo sottosuolo per la qualificazione urbana
25 ottobre ore 10.00 – 13.00
D7 - I nuovi spazi urbani: tra hight e low tech
E - Innovazione nella progettazione
22 ottobre ore 10.00 – 13.00
E1 - BIM, DIGITALE e Stampa3D: la nuova progettazione, le nuove costruzioni
22 ottobre ore 14.00 – 17.00
E2 - Catasto Digitale, Geosdi, Open Data, Cloud
23 ottobre ore 10.00 – 13.00
E3 - Il BIM e l’interoperabilità nella progettazione architettonica, strutturale e impiantistica
23 ottobre ore 14.00 – 17.00
E4 - Project Management e BIM: la 4° dimensione del progetto
24 ottobre ore 10.00 – 13.00
E5 - Rilievo 3D e BIM e applicato negli interventi su edifici esistenti
24 ottobre ore 14.00 – 17.00
E6 - BIM e Budgeting & Cost Control
25 ottobre ore 10.00 – 13.00 e 14.00 – 16.00
E7 - Stampanti 3D nella progettazione, la prototipazione e la prefabbricazione
 
BOX 3
STRADE CONCRETE?PER LA RIGENERAZIONE URBANA
Programma EVENTI
 
Mercoledì 23 ottobre 2014, ore 9.30
WORKSHOP?TECNICHE INNOVATIVE PER IL MIGLIORAMENTO SISMICO DI EDIFICI PREFABBRICATI
Organizzato da: ACI IC e CTE con la collaborazione di FEDERBETON, ASSOBETON, AICAP e di SAIE
 
Mercoledì 23 ottobre 2014, ore 14.30
INAUGURAZIONE DELLA MOSTRA FOTOGRAFICA SU L’AUTOSTRADA DEL SOLE
 
Giovedì 24 ottobre 2014, ore 10.00
tu per tu con la #RIGENERAZIONE URBANA? - Quattro incontri con i protagonisti del mondo delle costruzioni
Ore 10:00 - Maurizio Tira, Presidente CENSU?Ore 10:45 - Mario Cucinella, Architetto?Ore 11:30 - Silvia Viviani, Presidente INU?Ore 12:15 - Emanuela Casti, Professore di Geografia, Università di Bergamo
 
Giovedì 23 ottobre 2014, ore 14
Innovazione per il rilancio del settore dei Materiali Cementizi e delle Costruzioni in c.a./c.a.p: ricerca scientifica, sviluppo industriale, pratica progettuale e costruttiva
Convegno organizzato da: ACI IC in collaborazione con FEDERBETON e SAIE
 
Venerdì 24 ottobre 2014, ore 14
STRADE CONCRETE PER LA RIGENERAZIONE URBANA?
Le nuove pavimentazioni stradali in calcestruzzo per una mobilità sostenibile e sicura
Convegno organizzato da: Federbeton
 
 
BOX 4
Arena del Parco del Laterizio e della Ceramica, Pad. 25
 
Mercoledì 22 ottobre, Ore 10:30
Le nuove frontiere della sostenibilità e la certificazione ambientale
 
Mercoledì 22 ottobre, Ore 14:30
Comfort acustico degli edifici: soluzioni e corretta esecuzione
 
Giovedì 23 ottobre, Ore 10:30
NZEB: il nuovo decreto per l’efficienza energetica degli edifici
 
Giovedì 23 ottobre, Ore 14:00
La salubrità degli edifici
 
Venerdì 24 ottobre, Ore 10:30
Tamponatura di edifici in zona sismica: soluzioni innovative
 
Venerdì 24 ottobre, Ore 14:30
Strutture in muratura: criteri di progettazione e verifica secondo le NTC
 
Sabato 25 ottobre, Ore 10:00
Retrofit di un pavimento – a cura di Confindustria Ceramica
 
BOX
AIST - Piazza del Software Tecnico
 
MERCOLEDI' 22 Ottobre                         
11.40 - 13.10 NAMIRIAL Le nuove UNI TS 11300: cosa cambia in pratica. Ing. Cappello Carlo        
14.00 - 15.00 STA DATA Il BIM strutturale. Ing. Adriano Castagnone
15.40 - 17.10 TOPOPROGRAM   Come ottenere dalle fotografie da DRONE la topografia di tutti i giorni -  Geom. Pino Mangione
                                   
GIOVEDI' 23 Ottobre                   
10.00 - 11.00 FIRE PRO: Sistemi a bassa pressione: nuova tecnologia watermist.  Fabio Bosetti
11.10 - 12.10 FIRE PRO: Cosa cambia con la futura UNI 10779 per la progettazione degli idranti. Giovanni La Cagnina, Fabio Bosetti
12.20 - 13.20 FIRE PRO: La corretta certificazione del gruppi di pressurizzazione e dei locali antincendio.  Gian Paolo Benini
14.15 - 15.45 FIRE PRO: Corretto utilizzo dei campi di diretta applicazione nelle certificazioni di resistenza al fuoco CERT REI 2012. Rel. Marco Antonelli
16.00 - 17.00 FIRE PRO: Il controllo dei sistemi di evacuazione naturale fumo e calore in fase di rinnovo periodico della conformità. Rel. Giuseppe Giuffrida, Zenital
                                                                       
VENERDI' 24 Ottobre                  
10.00 - 11.30 STACEC: Modellazione strutturale di edifici in muratura - Ing. Michele Vinci
11.40 - 14.10 EDILCLIMA: La nuova norma UNI 10200 per la contabilizzazione del calore resa cogente dal DLgs. n. 102/14: criticità applicative - Franco Soma -  Le nuove norme UNI/TS 11300-1 e 2: sintesi dei nuovi servizi previsti e delle modifiche introdotte nei calcoli previsionali energetici. - S. Silvera
14.30 - 16.00 STA DATA: Adeguamento e miglioramento delle strutture in muratura - Ing. Adriano Castagnone
16.10 - 17.40 CDM DOLMEN: Muri controterra: progetto geotecnico e strutturale.- Ing. Fabio Stocchero                                            
 
SABATO 25 Ottobre         
10:00 - 11.30 STACEC: Modellazione strutturale di edifici in muratura - Ing. Michele Vinci
11.40 - 13.10 CDM DOLMEN: Strutture sottoposte a fuoco con o senza materiali protettivi di varia natura: approccio di calcolo mediante software. –Ing. Giuseppe Stivala
13.10 - 14:00 STADATA: Calcolo strutturale degli edifici esistenti in C.A. - L'analisi lineare e non lineare pushover - Ing. Adriano castagnone
14.10 - 15:30 NAMIRIAL: La fatturazione elettronica nelle pubbliche amministrazioni. Ing. Luigi Enrico Tomasini.
 
BOX
 
GREENTECH - I PRINCIPI DELLA NUOVA EDILIZIA
Mercoledì 22 Ottobre
10.30 La casa a “consumo zero”: La realtà di una idea         
Francesco Nesi, Zephir
11.30 «RhOME for denCity» vince il Solar Decathlon Europe 2014           
Ugo Carusi, Università di Roma Tre – Rubner, Chienes
12.30 L‘isolamento dell‘involucro: Il miglior mix tra efficienza e efficacia                   
Stefano Bellini
14.00 La casa passiva: La risposta alle sfide energetiche e climatiche         
Francesco Nesi, Zephir
15.00 Ecolife Habitat: Il quartiere sostenibile
Fondazione ClimAbita       
16.00 I condomini: La chiave di svolta per esigenze economiche e ambientali                           Amedeo Pangrazi, Direttore ASPPI, Bologna
Giovedì 23 Ottobre
10.30 Ecolife Home: Un sigillo di qualità che fa la differenza
Fondazione ClimAbita
11.30 L‘efficienza dei sistemi radianti negli edifici a basso consumo 
Massimo Fabricatore
12.30 «RhOME for denCity» vince il Solar Decathlon Europe 2014           
Ugo Carusi, Università di Roma Tre – Rubner, Chienes
14.00             Smile Energy-Il coraggio di cambiare per un futuro con futuro
Norbert Lantschner presenta il suo nuovo libro
Presidente della Fondazione ClimAbita
15.00 La sostenibilità del legno: L’uso intelligente delle risorse
Michael Obermair - Wolfhaus, Campo di Trens
16.00 L‘innovazione nella protezione solare: Comfort e sostenibilità
Herbert Kristler
Venerdì 24 Ottobre
10.30 «RhOME for denCity» vince il Solar Decathlon Europe 2014           
Ugo Carusi, Università di Roma Tre – Rubner, Chienes
11.30 Designing the comfort
Marco Castegnaro
12.30 Ecolife R: La guida per le riqualificazioni efficienti
Fondazione ClimAbita
14.00 L’uso intelligente di risorse nelle costruzioni: Esempi europei                          
            Thomas Zelger, IBO Vienna - Austrian Institute for Healthy and Ecological Building
15.00 Ridurre le bollette: Efficientare il patrimonio abitativo                       
Edoardo Zanchini, Vice presidente Legambiente
16.00 Riqualificazione energetica degli edifici: Il sistema a cappotto
Raffaele Molteni
 
Sabato 25 Ottobre
10.30 La sostenibilità del legno: L’uso intelligente delle risorse
Michael Obermair – Wolfhaus, Campo di Trens
11.30 Edifici NZEB: Isolamento a cappotto, sistemi a cappotto tradizionali e innovativi Raffaele Molteni
12.30 Smile Energy- Il coraggio di cambiare per un futuro con futuro
            Norbert Lantschner presenta il suo nuovo libro
Presidente della Fondazione ClimAbita
14.00 Ecolife: Un nuovo Label per promuovere comfort, ambiente e qualità
Fondazione ClimAbita
15.00 «RhOME for denCity» vince il Solar Decathlon Europe 2014            
Ugo Carusi, Università di Roma Tre – Rubner, Chienes
16.00 Designing the comfort
Luca Fioravanti