BIM : uno strumento per tenere sotto controllo lo stato di un ponte

23/11/2014 4857

La redazione di INGENIO ha trovato un articolo su http://sourceable.net dedicato al BIM e in particolare all'uso del BIM per effettuare il controllo di un'opera, un ponte metallico.

Il BIM, oltre a facilitare e rendere più efficiente la progettazione e il coordinamento di progetti di costruzione complessi,  è anche utilizzato dagli ingegneri per controllare meglio l'inseime di pezzi vitali di infrastrutture come possono essere i ponti.
Zhigang Shen, professore presso l'Università di Scuola di Ingegneria Edile e Costruzione del Nebraska, ha presentato l'esperienza combinata acquisita da un master in informatica e un dottorato di ricerca nella gestione della costruzione per sviluppare un software BIM con l'esplicito scopo di monitorare lo stato dei ponti.

Il programma crea un modello 3D di strutture da ponte reali con dettagli molto precisi, in base ai dati accumulati attraverso ispezioni in loco. Secondo Shen, l'uso del BIM permette di evitare l'enorme confusione di dati riguardanti la miriade di componenti e aspetti che fanno parte del progetto e poi del ponte nel suo complesso, per essere incorporati in un'unica, simulazione di facile accesso; questa semplificazione tecnologica consente di  accelerare notevolmenteil processo di monitoraggio per i funzionari di trasporto e gli ispettori.

Zhigang Shen "Una quantità enorme di dati è stato generato dagli ispettori del ponte nel corso degli anni, soprattutto per ponti in acciaio complesse", ha detto Shen. "Ma si può immaginare quanto sia difficile monitorare le condizioni di piccole e individuali parti e pezzi strutturali di ciascun ponte.

Shen ritiene che la capacità del BIM di incorporare dati combinato con la possibilità di avere un modello 3D,  rende questa soluzione  ideale per la gestione dell'inventario dell'intero ponte. Il modello BIM - 3D del ponte creato usando il software consente agli utenti di accedere alle informazioni relative alle condizioni del ponte in una varietà di formati, semplicemente cliccando su un componente specifico all'interno della simulazione visiva, al contrario di fossicking attraverso un tesoro di file composto da dati numerici denso che può essere difficile da comprendere.
Questo miglior accesso ai dati rende molto più facile per i funzionari di trasporto di prendere decisioni critiche in materia di riparazione, sostituzione.

Il modello 3D può anche essere adattato per incorporare e visualizzare i dati in tempo reale sulle condizioni di ponti, raccolti tramite reti di sensori che sono stati installati sulla struttura stessa. Shen ritiene che questa combinazione di modellazione 3D con il telerilevamento potrebbe dare un contributo altamente innovativo per la gestione di oggi di inventari delle infrastrutture.

Il programma è già stato testato nello stato del Nebraska, e Shen ha la speranza di cooperare con le autorità federali nel prossimo futuro per  ampliare la portata del suo uso per il resto degli Stati Uniti.