BIM : un documento per l'adozione del Building Information Modelling in Australia e NZ

03/12/2014 5460

Un quadro per l'adozione di Project Team Integrazione e Building Information Modelling

Il prof. Angelo Camillo Ciribini ci ha segnalato la pubblicazione di un documento dedicato al piano di azione per introdurre il BIM in Australia e Nuova Zelanda "A Framework for the Adoption of Project Team Integration and Building Information Modelling"

La premessa del documento evidenzia che gli operatori del settore in Australia e Nuova Zelanda lottano per migliorare l'efficienza del processo delle costruzioni quindi per lo sviluppo di progetti efficaci, l'esecuzione e il completamento. Per questo è stato formato un gruppo di lavoro costituito da rappresentanti  dell'Associazione costruttori australiani
 (ACIF) e il Consiglio australiano per gli appalti (APCC).

La produttività nel settore delle costruzioni è fondamentale per la crescita in Australia e l'economia:  l'industria edilizia contribuisce infatti per il 7,8% del PIL dell'Australia e impiega 9,1% della forza lavoro. Alla fine di giugno 2012, il settore dell'edilizia e delle costruzioni ha generato 305 miliardi dollari in reddito complessivo, sostenuto 275,4 miliardi dollari nel totale delle spese, e impiegato 950.000 persone.

Uno studio del Consulting Group Allen ha scoperto che l'adozione del Building Information Modelling (BIM) avrebbe aumentato la crescita del PIL in Australia di 0,2 punti base
nel 2011 e nel 2025, è stato stimato che la crescita del PIL sarebbe 5 punti base più alti. e
inoltre, che il rapporto costi/benefici di una rapida adozione del BIM sarebbe di circa 10  (assumendo un costo per l'adozione di
500 milioni di dollari)

Queste statistiche dimostrano chiaramente i vantaggi e gli incrementi di produttività ottenibili attraverso l'adozione di BIM.

Il settore delle costruzioni è il quinto più grande settore dell'economia della Nuova Zelanda e impiega oltre 170.000 persone: 7,6% della forza lavoro. Nel 2010 ha generato il 6,3% del PIL. Finora, non ci sono dati disponibili per i benefici in Nuova Zelanda derivati dall'uso BIM, anche se diversi casi di studio sono in corso al momento della stampa. Le indicazioni sono che i vantaggi sarebbero simili a quelli previsti per l'Australia potrebbero maturare in Nuova Zelanda.

In Australia e Nuova Zelanda, la consapevolezza di Building Information Modelling è alta e l'unità per la produttività sta facilitando una maggiore integrazione e la collaborazione del progetto squadre. Tuttavia l'impegno e l'utilizzo del BIM con Project Integration Team (PTI) è ancora relativamente immaturo rispetto ad altri paesi.

La collaborazione in corso tra il governo e l'industria potrebbe sostenere il progresso della BIM e generare efficienze per le costruzione sostanziali e facilitare la qualità della vita degli abitanti del paese.

L'ACIF e APCC hanno identificato sette elementi chiave, sostenuta da obiettivi e azioni, che l'industria insieme con il governo potrebbero perseguire per incoraggiare e sostenere maggiore adozione di PTI e BIM.

In allegato il documento.