I controlli di accettazione per legno strutturale e per i materiali a base di legno

Ruoli e responsabilità del produttore di legname ad uso strutturale e del Direttore dei lavori che lo accetta in cantiere

Le Nuove norme tecniche per le costruzioni in vigore dal 1° Luglio 2009 introducono, per la prima volta in Italia, capitoli specifici dedicati alle costruzioni di legno e alle prescrizioni cogenti ai fini del corretto e sicuro impiego del legno nelle strutture.
Nel capitolo 11 “Materiali e prodotti per uso strutturale”, si precisa preliminarmente che “I materiali e prodotti per uso strutturale devono essere:
• identificati univocamente a cura del produttore;
• qualificati sotto la responsabilità del produttore;
• accettati dal Direttore dei lavori mediante acquisizione e verifica della documentazione di qualificazione, nonché mediante eventuali prove sperimentali di accettazione.

Ricordiamo brevemente che, per quanto concerne il legno massiccio ad uso strutturale, la norma di riferimento per la marcatura CE è la EN 14081-1 e il sistema di attestazione previsto è il sistema 2+.

Per gli elementi in legno massiccio ad uso strutturale le prove iniziali di tipo non sono da eseguire in quanto già presenti sotto forma tabulare nelle norme, tali valori derivano da test stati svolti in laboratori appartenenti a varie nazioni europee e successivamente valutati da un gruppo di lavoro formato da esperti dei paesi membri del CEN.
Le specie legnose che superano la valutazione degli esperti internazionali vengono inserite nella norma EN 1912, dove le diverse specie legnose provenienti da diverse aree forestali europee vengono classificate a vista secondo standard definiti e riconosciuti.
Pertanto sarà possibile definire un valori caratteristici/ profili resistenziali estrapolati da questa norma.

I controlli di accettazione
Le NTC forniscono dettagliate indicazioni sulle prove sperimentali necessarie in accettazione per quanto riguarda il calcestruzzo e l’acciaio, rimanendo piuttosto sul vago nel caso del legno.

PER APPROFONDIRE L'ARGOMENTO SCARICA IL PDF