La protezione dalla corrosione di strutture di acciaio mediante verniciatura

 

La definizione dei parametri di protezione delle strutture metalliche necessita di una vera e propria progettazione.
Già la norma EN 1090-2 "Esecuzione di strutture di metallo e alluminio - Requisiti tecnici per strutture di acciaio" dedica il capitolo 10 ai trattamenti superficiali.
 
In questa serie di articoli parleremo della protezione dalla corrosione di strutture di acciaio mediante verniciatura.
Fortunatamente esistono norme europee che ci possono guidare nel capire le regole da seguire per progettare ed eseguire interventi di pitturazione fatti per bene.
La serie EN ISO 12944 è in tal senso di fondamentale importanza.
 
In questo primo articolo iniziamo a parlare della parte 1 "Introduzione generale" che definisce principalmente il campo di applicazione della serie:
- si applica sia ai nuovi lavori che a quelli di manutenzione;
- si applica solo alla protezione dalla corrosione della verniciatura (non si applica ad esempio alla protezione contro il fuoco);
- si applica solo alle strutture in acciaio non legato o poco legato (il comune acciaio EN 10025 risulta compreso) di spessore >= 3 mm;
- si applica alle superfici non rivestite ma anche a quelle rivestite mediante zincatura o sherardizzate;
- si applica a superfici esposte all'atmosfera, immerse in acqua o a contatto con il terreno;
- si applica a superfici trattate con prodotti vernicianti che essiccano all'aria.
 
La parte 1 definisce anche la "durabilità". La durabilità non è da intendersi come la durata in servizio della struttura. Di fatto la durabilità è il tempo che intercorre dal primo trattamento protettivo al primo importante intervento manutentivo (che deve sempre essere pensato a livello progettuale).
Per questo esistono tre differenti classi di durabilità:
- L: da 2 a 5 anni;
- M: da 5 a 15 anni;
- H: > 15 anni.
Non si può pensare che un intervento protettivo abbia durata infinita. Occorre sempre programmare una sua manutenzione entro il termine di durabilità stabilito dal progettista dell'opera.
Vedremo più avanti che la definizione del ciclo di pitturazione è molto influenzata dalla classe di durabilità prescelta.