PROFESSIONISTI e nuovi MINIMI 2015: cosa cambia?

I nuovi “nuovi minimi” dal 2015: caratteristiche e requisiti

Rubrica a cura di EUROCONFERENCE
Euroconference è partner di Ingenio per la formazione tecnica

La Legge di Stabilità 2015 contiene la disciplina del nuovo regime forfetario dei minimi, che va a sostituire quello precedente. Il “vecchio” regime, tuttavia, può continuare ad applicarsi per coloro che già ne fruiscono nel corso del 2014, fino a naturale scadenza (il compimento del quinquennio o, eventualmente, del maggior periodo necessario al raggiungimento del 35esimo anno di età). Pertanto, almeno per i primi anni, si assisterà a una convivenza tra “vecchio” e “nuovo” regime dei minimi.
 

Si sottolinea, tuttavia, che, per chi ha iniziato l’attività nel mese di dicembre del 2014, rimane la possibilità di richiedere l’apertura della partita Iva entro il 30 gennaio 2015, optando per il vecchio regime con effetto “retroattivo” ai trenta giorni precedenti.
Si segnala inoltre che è stata presentata una proposta di emendamento al Milleproroghe per ottenere il prolungamento del vecchio regime con aliquota 5% anche per tutto il 2015.
Infine, si ricorda che la delega fiscale, in scadenza il 27 marzo, potrebbe portare ulteriori correttivi al nuovo regime, dei quali si potrà avere notizia con la presentazione dei decreti attuativi al prossimo Consiglio dei Ministri del 20 febbraio.

In questo intervento si analizzeranno i requisiti e le caratteristiche innovative del nuovo regime, alla luce della normativa in vigore al momento, e che, in breve, si possono sintetizzare come segue:
1) L’aliquota dell’imposta sostitutiva passa dal 5% al 15%;
2) Non è possibile detrarre i costi sostenuti, perché il reddito imponibile è determinato forfettariamente ex lege;
3) Il regime non ha scadenza, per cui, rispettando i requisiti sotto descritti, vi si può permanere ad oltranza.


 Per approfondire l'argomento scarica il pdf dell'articolo integrale. 


Per approfondire l'argomento si riporta l'intervento del Sottosegretario di Stato del Ministero dell'Economia e delle Finanze  Enrico Zanetti che, all'Assemblea Nazionale del CNI, ha commentato il nuovo REGIME dei MINIMI.

PER GUARDARE IL VIDEO CLICCA QUI O SULL'IMMAGINE