Caldaie, stufe e termocamini alimentati a Biomasse. Le caratteristiche tecniche richieste per ottenere il conto termico

PREMESSA
L’utilizzo della legna quale fonte di riscaldamento è profondamente radicato nella cultura italiana: lo dimostrano i 6 milioni di famiglie che tutt’oggi, nel nostro Paese, ricorrono al pellet o alla legna da ardere per riscaldare le proprie case.
Nonostante risultiamo essere il paese nel mondo con il più alto utilizzo di pellet (un consumo di 3,3 milioni di tonnellate, più 4,7 di cippato e 19,3 di legna da ardere e con 9 milioni di tonnellate di petrolio risparmiate solo nel 2013), gli obiettivi europei di aumentare l’efficienza energetica usando per il 27% fonti rinnovabili entro il 2030 sono ancora molto lontani.
Per il raggiungimento di tali obiettivi, e con lo scopo di stimolare 60 miliardi di investimenti, sono stati emanati diversi meccanismi tra loro alternativi: Conto termico, Certificati Bianchi e Detrazioni Fiscali.

GLI INCENTIVI DEL CONTO TERMICO
Il D.M. 28 Dicembre 2012 (Conto termico) incentiva la produzione di energia termica da fonti rinnovabili e i piccoli interventi di efficienza energetica con uno stanziamento di 900 milioni di euro annui: 700 per privati e imprese e 200 per le amministrazioni pubbliche. L’attuazione e la gestione del sistema di incentivazione è a cura del GSE Spa, il quale provvede anche all’erogazione degli incentivi.
A differenza delle detrazioni fiscali, che erogano un incentivo uguale per tutte le tecnologie, il Conto termico premia le prestazioni, spingendo al miglioramento tecnologico.
Facciamo presente che proprio in questi giorni si è aperta per il Conto termico una consultazione pubblica su semplificazione e potenziamento. Il documento, disponibile sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico, illustra le nuove misure che il Ministero dello Sviluppo Economico, di concerto con il Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, intende attuare al fine di favorire il massimo accesso agli incentivi per imprese, famiglie e pubblica amministrazione.

Il contributo è a firma di Antonietta Serra, responsabile sezione Termotecnica presso Istituto Giordano Spa

LEGGI L'ARTICOLO PER CONOSCERE QUALI CARATTERISTICHE DEVONO AVERE I PRODOTTI PER ACCEDERE AL CONTO TERMICO.


Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su