L’involucro verde per la riqualificazione degli edifici e la sperimentazione di prodotti innovativi

Riqualificazione e sostenibilità - L’involucro verde come campo privilegiato di sperimentazione tecnologica.

Lo studio dell’involucro verde per la riqualificazione degli edifici insieme alla sperimentazione di prodotti innovativi per la realizzazione dei giardini verticali e alla progettazione delle Linee guida per la trasformazione edilizia ed ambientale del lungomare Todaro di Marina di Palma di Montechiaro “costituiscono gli strumenti per definire le possibili prospettive affinché Palma di Montechiaro possa candidarsi a green city della Provincia di Agrigento, esplorando scenari ancora poco praticati in questo contesto e che nel breve e medio periodo potranno attribuirsi carattere di priorità”. L’originalità di questa ricerca è anche nell’approccio partecipativo sperimentato in sito con la partecipazione degli abitanti, considerati i primi artefici del progetto di rigenerazione ambientale per lo sviluppo sostenibile (green urban design/green smart cities and communities/urban agriculture).


IL CONTESTO URBANO E AMBIENTALE

Il Comune di Palma di Montechiaro, in provincia di Agrigento, è localizzato nel versante meridionale del territorio siciliano delimitato a sud dal mare Mediterraneo.
Tra le architetture più antiche del territorio di Palma di Montechiaro emerge il Castello dei Chiaramonte, costruito nel 1358 da Federico III e la torre San Carlo, tra questi è incastonata la grande spiaggia di Marina di Palma. Il territorio è ricco anche di notevoli testimonianze archeologiche, parzialmente riportate alla luce: resti di grotte, di catacombe e di abitazioni in roccia, che dimostrano la presenza antropica anche in epoca cristiana e bizantina. L’indagine fotografica, effettuata a largo raggio su tutto il territorio di Palma di Montechiaro, dal centro storico a monte sino alla marina, individua un paesaggio ricco di valenze naturali e culturali e dunque di potenzialità a cui si accompagnano però anche forti criticità ambientali.
Criticità pregresse – Parte del patrimonio edilizio di Palma di Montechiaro e della sua Marina è compresso da consistenti forme di abuso edilizio che hanno compromesso fortemente il valore identitario del territorio palmese, infatti una buona parte degli edifici di Palma sono stati costruiti senza regola con aumenti di superfici, sopraelevazioni e superfetazioni di vario genere ed entità.
In particolare la cortina edilizia di Marina di Palma presenta quasi una campionatura di abusi ed a questi si accompagna un degrado edilizio diffuso. Alcuni prospetti evidenziano manifestazioni di efflorescenza, umidità diffusa, macchie, microfessurazioni, che determinano anche uno stato strutturale generale spesso precario. Gli infissi utilizzati per i sistemi di chiusura sono di diversa tipologia: legno, ferro, alluminio. I materiali impiegati nelle diverse composizioni e colori contribuiscono a creare una immagine dequalificante di Marina di Palma.
Potenzialità e finalità - L’impianto urbano di Marina di Palma presenta i caratteri propri di un borgo marinaro. Le case sono piccoli edifici di due o tre piani fuori terra. Interessante è il nucleo urbano ottocentesco al centro del fronte a mare. La riqualificazione dell’area costiera di Marina di Palma, supportata anche dai dettami del Piano Regolatore del Porto, intende caratterizzare, riqualificare e valorizzare in maniera unitaria la linea di costa, conservando peculiarità e valenze dell’assetto esistente.


L’intervento progettuale è dunque pensato come strumento catalizzatore per lo sviluppo urbano ed in particolare come processo teso:
- alla riqualificazione e valorizzazione del patrimonio architettonico locale;
- alla conservazione e promozione delle risorse ambientali, naturali e paesaggistiche considerando le aspettative sociali della comunità locale.
In tale ottica, per conseguire una congruenza tra le esigenze dei residenti e le scelte strategiche di sviluppo della città, l’intervento progettuale vuole essere il risultato anche di una decisione pubblica partecipata. Per un successo degli interventi è infatti importante saper promuovere processi decisionali inclusivi, proprio dalla fase iniziale del procedimento, in modo che la stesura degli obiettivi sia definita univocamente.
Ciò premesso lo scopo principale del progetto di riqualificazione è supportare il Comune di Palma di Montechiaro nella elaborazione delle Linee guida riguardanti le tecnologie applicabili nel contesto costiero; conseguire l’elaborazione e/o la modifica di regolamenti edilizi comunali al fine di rendere applicabili e, quando necessarie, cogenti tecnologie, materiali e criteri applicativi, orientati al risparmio energetico e alla valorizzazione eco-sostenibile.

PER CONTINUARE LA LETTURA E CONOSCERE LE SOLUZIONI TECNOLOGICHE (VERDI) SCARICA L'ARTICOLO INTEGRALE
 


Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su