Progettazione della copertura di una tribuna di un centro sportivo

L’Amministrazione del Comune di Cantù, ha affidato l’incarico per la progettazione, preliminare e definitiva, dei lavori relativi al completamento e copertura della tribuna esistente presso il centro sportivo comunale di via Papa Giovanni, ai Professionisti dott. arch. Elisa Cristiana Cattaneo e dott. ing. Melocchi Franco ai quali è stata richiesta non solo la progettazione della copertura della tribuna, ma anche e soprattutto una riqualificazione generale dell'area, occupandosi della progettazione preliminare definitiva ed esecutiva, della direzione lavori, della contabilità e degli adempimenti legislativi DLGS n. 81.
I lavori si son conclusi ormai da circa 8 anni e furono realizzati dalla DItta Biffi spa di Villa D'Adda (BG).

Il progetto per la realizzazione dei lavori è stato affidato e finanziato dal Comune di Cantù ai sensi delle legge 109/94 e si è svolto secondo le linee progettuali approvate in sede di presentazione del progetto preliminare. Il progetto definitivo ha avuto come obiettivo di risolvere le problematiche relative alla realizzazione di una copertura per tribuna esistente ed alcune migliorie della tribuna stessa, in modo conforme agli standard qualitativi e quantitativi disposti dall’Amministrazione. Il progetto è stato inoltre redatto ai sensi delle disposizioni vigenti ed in particolare della legge 109/1994, del successivo dpr 554/99 e nel rispetto dei vincoli esistenti accertati e valutati, individuando l’ipotesi conforme alle norme urbanistico-ambientali, nella verifica dei requisiti richiesti dal quadro normativo locale e comunitario.

Ubicazione dell’area
Relativamente al Piano Regolatore Vigente, essa è stata indicata come area attrezzata a verde sportivo, appartenente ad un’area più vasta già comprendente i campi sportivi comunali. L’area risulta inoltre soggetta a vincolo paesaggistico.

Criteri e scelte progettuali
Il progetto sviluppa, con riferimento ai contenuti esposti nelle tavole progettuali, gli aspetti connessi alla natura dell’intervento richiesto dall’Amministrazione, finalizzato sia alla costruzione di una nuova copertura per la tribuna esistente, sia alla miglioria della stessa, usufruibile dalla comunità locale in frangenti dipendenti dalla fruizione strettamente sportiva.

Rappresentazione tridimensionale del modello di calcolo della copertrua realizzato con MasterSap di AMV.

In relazione all’intervento, la tribuna prevede una capienza di 850 spettatori, ed è utilizzabile sia durante le manifestazioni calcistiche che atletiche, in relazione al campo sportivo ad essa prospiciente.
La nuova copertura prevista è stata realizzata in legno lamellare di prima e/o seconda categoria (secondo norme DIN 1052) e misura mt. 46,02x11,25.
Sono stati previsti n. 10 plinti in cls armato di idonee dimensioni a sostegno della nuova copertura. Ai medesimi sono stati ancorati dei pilastri in cls. posti ad interasse di mt. 4,978, alla cui sommità è stata annegata una piastra metallica con l’inserimento delle travi in legno lamellare costituenti le mensole portanti; esse sono state tirantate posteriormente per equilibrare il momento ribaltante generato dallo sbalzo anteriore di circa m. 9,00.

Alle travi sono stati collegati, mediante scarpette metalliche, gli arcarecci anch’essi in legno lamellare; sugli stessi sono stati previsti ancorati pannelli di copertura tipo Sandwich, costituiti da doppia lamiera preverniciata con interposto isolante per uno spessore di circa 5 cm.
Sono state così realizzate 9 campate di cui 2 controventate con “Croci di Sant’Andrea” in cui i tiranti saranno realizzati con barre tonde di diametro 20 mm in acciaio zincato, ed i puntoni sono costituiti dagli arcarecci in legno lamellare. Tali controventature sono state realizzate anche in verticale tra i due pilastri corrispondenti, in modo da scaricare in fondazione tutte le azioni dovute al vento ed alle forze di sbandamento delle travi.

Alle travi sono stati collegati, mediante scarpette metalliche, gli arcarecci anch’essi in legno lamellare; sugli stessi sono stati previsti ancorati pannelli di copertura tipo Sandwich, costituiti da doppia lamiera preverniciata con interposto isolante per uno spessore di circa 5 cm.
Sono state così realizzate 9 campate di cui 2 controventate con “Croci di Sant’Andrea” in cui i tiranti saranno realizzati con barre tonde di diametro 20 mm in acciaio zincato, ed i puntoni sono costituiti dagli arcarecci in legno lamellare. Tali controventature sono state realizzate anche in verticale tra i due pilastri corrispondenti, in modo da scaricare in fondazione tutte le azioni dovute al vento ed alle forze di sbandamento delle travi.



Copertura realizzata. Sono individuabili le 9 capriate, di cui la prima e l'ultima controventate.

La pendenza porterà le acque meteoriche sul retro della copertura, ove avviene la raccolta tramite canali e pluviali anch’essi realizzati in lamiera preverniciata spess. 8/10 cm.
A protezione dei fruitori della tribuna, è stata realizzata sulle pareti posteriori e laterali, una barriera in legno semitrasparente, costituita da montanti verticali ed orizzontali in ferro e da lamelle di legno dello spessore di cm 3, larghezza cm 15.

Anteriormente, in modo tale da non oscurare la visibilità del gioco, è stata prevista una barriera trasparente costituita da montanti verticali ed orizzontali in ferro preverniciati e policarbonato compatto dello spessore di cm 4.
A completamento della tribuna, nonché per la sua miglioria estetica, è stato previsto un rivestimento ligneo sul lato posteriore di ingresso, a ridosso degli spogliatoi, realizzato attraverso pannelli di legno in larice nazionale, ancorati al muro esistente e sostenuti da montanti i ferro. Tale rivestimento è intervallato da finestrature previste in policarbonato compatto, tale da permettere l’ingresso della luce e l’areazione nei locali retrostanti.

PER ANALIZZARE NEL DETTAGLIO LA PROGETTAZIONE DELLA COPERTURA SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO INTEGRALE.


Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su