Accordo RPT ed Equitalia, prime indicazioni operative i servizi agli INGEGNERI

13/05/2015 1945

Adesione del CNI al Protocollo di intesa, siglato tra RPT ed Equitalia, per l'erogazione di servizi consulenziali e tecnici in ambito fiscale e contributivo.

 
Lo scorso 21 aprile, la Rete delle Professioni Tecniche ha stipulato con Equitalia un protocollo generale di intesa con l'obiettivo di avviare nuovi canali e modelli di collaborazione tra le due istituzioni per rispondere meglio alle specifiche esigenze dei professionisti tecnici in ambito fiscale e contributivo.
 
Cosa prevede il protocollo
Il protocollo prevede, nel concreto, la possibilità, per i singoli Consigli Nazionali aderenti alla RPT, di sottoscrivere, su base volontaria, accordi con Equitalia finalizzati alla fruizione, da parte dei corrispondenti Ordini territoriali, di un'offerta integrata di servizi informativi, tecnici, consulenziali e di riscossione.
Il protocollo generale di intesa, che avrà una durata di 36 mesi, prevede, inoltre, l'istituzione di tavoli tecnici per esaminare argomenti di interesse comune; l'impegno a organizzare seminari, convegni ed eventi di aggiornamento e formazione a livello nazionale e locale; la promozione di studi e ricerche al fine di approfondire tematiche sul rapporto fisco-contribuente.
 
L’adesione del CNI e i servizi per gli ingegneri
Lo stesso giorno, il CNI , ha aderito, con la firma del Presidente Zambrano, primo tra i Consigli Nazionali, al Protocollo di intesa per la riscossione mediante ruolo con procedura gestione integrata avvisi (Gia) e per la gestione del servizio sportello telematico dedicato.
 
Sulla base di ciò è, pertanto, possibile fin da subito, per i singoli Ordini territoriali, procedere alla stipula, a livello locale, di una convezione, con la sede di Equitalia territorialmente competente (Equitalia Nord/Centro/Sud), per usufruire di tali tipologie di servizi.
 
Lo “Sportello Telematico Dedicato”
Nel dettaglio, la prima tipologia di servizio denominata "Sportello Telematico Dedicato", potrà consentire a tutti gli iscritti agli Ordini territoriali, collegandosi al sito internet www.gruppoequitalia.it (nell'area dedicata ad Associazioni e Ordini), di richiedere informazioni sulle loro singole posizioni e formulare quesiti in ordine a tematiche relative alla attività di riscossione. Inoltre, sarà possibile per gli iscritti richiedere estratti di ruolo e copie di relate di notifica, avere informazioni su iscrizione di ipoteca o fermo amministrativo e presentare istanza per la loro cancellazione, fare richiesta di sospensione della riscossione.
A fronte di argomenti di particolare complessità, oppure per informazioni relative alle rateazioni, Equitalia, con risposta via mail provvederà a fissare nel più breve tempo possibile un appuntamento, presso la sede provinciale di Equitalia più vicina al domicilio del richiedente.
 
La "Riscossione con procedura gestione integrata avvisi (Gia)"
Mentre la seconda, relativa alla "Riscossione con procedura gestione integrata avvisi (Gia)" potrà consentire agli Ordini territoriali, che decidono di delegare ad Equitalia tale attività, di erogare un servizio di riscossione, maggiormente efficace, meno oneroso e più idoneo alle specifiche esigenze degli ingegneri iscritti, ampliandone e agevolandone le modalità di contribuzione, anche attraverso la rateizzazione delle quote di iscrizione.
Le quote potranno, inoltre, essere pagate, senza commissioni di incasso, presso gli sportelli di Equitalia, anche tramite Pos. Potranno, inoltre, essere pagate con i bollettini Rav presso gli uffici postali e le banche; gli sportelli bancomat delle banche
abilitate; le tabaccherie abilitate; le ricevitorie abilitate Sisal e Lottomatica. Inoltre, il pagamento sarà possibile presso il sito di Equitalia tramite carta di credito, digitando il numero Rav.
Per lo svolgimento di tale attività spetta ad Equitalia un compenso pari allo 0,80% delle somme per ciascun documento riscosso, con un minimo di 1,80€ ed un massimo di 154,94. In caso di invio tramite Pec, il compenso minimo per ciascun documento riscosso sarà pari a 1,30€, mentre il compenso massimo sarà pari a 154,44€.