Sistemi radianti e normative: un panorama complesso e in evoluzione

Introduzione

L’elevato numero di norme sui sistemi radianti e le relative interazioni possono determinare incertezze in merito all’utilizzo delle stesse. La normativa europea e italiana in materia di sistemi radianti è infatti il risultato del lavoro di tre diversi Comitati Tecnici del CEN. Nel presente articolo verranno presentati e descritti i principali standard e le future evoluzioni a livello italiano, europeo e internazionale.

I sistemi radianti idronici disponibili sul mercato si differenziano per tipologie, materiali, componenti, metodologie di installazione.

• sistemi per il riscaldamento e il raffrescamento con serpentina integrata nella struttura (nella normativa definiti “embedded”, ovvero annegati).
Nel caso di pavimenti radianti, la posa può avvenire inglobando le tubazioni nel massetto posizionando i tubi al di sopra dello strato isolante che può essere piano o bugnato, come rappresentato in Figura 1.

Figura 1. Sistema radiante a pavimento Tipo A e B

• pannelli radianti a secco prefabbricati generalmente installati a formare controsoffittature o contropareti.

Le normative nazionali sui sistemi radianti

Le tipologie prima descritte sono riportate nella principale norma sui sistemi radianti, UNI EN 1264 che definisce la metodologia di calcolo e di prova per determinare la resa degli impianti radianti. Tale norma definisce anche i criteri di dimensionamento e installazione dei sistemi radianti convenzionali. La norma UNI EN 15377 definisce il metodo di valutazione della resa e del dimensionamento di diverse tipologie di impianto radiante, riportando inoltre la possibilità di calcolare la resa di sistemi radianti tramite simulazioni agli elementi finiti. La norma UNI EN 14240 definisce invece i metodi di prova per soffitti freddi.
Le specifiche tecniche e i requisiti delle strisce radianti alimentate con acqua a temperatura inferiore a 120°C, appese solitamente al soffitto di grandi ambienti, sono descritti nella norma UNI EN 14037. Attualmente si sta lavorando alla revisione della UNI EN 14037 (FprEN 14037:2015) che, nella versione del 2005, riguarda le strisce radianti in riscaldamento; l'obiettivo è quello di rendere la UNI EN 14037 la normativa di riferimento per il calcolo dei sistemi riscaldanti e raffrescanti installabili a soffitto e non integrati alla struttura.

Le norme UNI EN 14037, 14240 e 1264 sono delle norme di prodotto (emanate dal Comitato Tecnico TC 130 del CEN), ovvero definiscono dei criteri per la determinazione della resa degli impianti radianti. La norma UNI EN 15377 (emanata dal TC 228 del CEN) è invece una norma di sistema, più orientata alla progettazione. Tuttavia occorre osservare come la norma UNI EN 1264 sia una norma che riguarda sia prodotto che l’installazione e progettazione. Essa descrive i criteri di dimensionamento e di installazione che non sono in linea di principio coerenti con una norma di prodotto.

Nell'articolo completo:

La norma UNI EN 1264
La norma UNI EN 15377
La norma UNI EN 14240
La norma sulla Classificazione dei Sistemi Radianti
Le normative internazionali: la ISO 11855 ed ill progetto di norma ISO 18566