Finestre, porte e chiusure oscuranti: l'attività normativa nazionale ed europea

31/07/2015 1626

Il gruppo di lavoro UNI che si occupa di elaborare norme tecniche sui serramenti è attivamente impegnato nella revisione di alcune importanti norme per il settore, come ci spiega Paolo Rigone di UNICMI (Unione Nazionale delle Industrie delle Costruzioni Metalliche dell’Involucro e dei serramenti) coordinatore del Gruppo di lavoro “Finestre, porte, chiusure oscuranti e relativi accessori” della Commissione Prodotti, processi e sistemi per l'organismo edilizio.

In particolare è in fase di aggiornamento la UNI 10818 che fornisce una guida allo sviluppo delle diverse fasi di posa in opera di serramenti di ogni tipo, individuando competenze e limiti dei diversi operatori che intervengono nel processo.

La nuova versione della norma introduce nuove definizioni e fornisce chiarimenti sulle responsabilità degli operatori.

Rinnovata in modo abbastanza radicale anche la UNI 11173 sui criteri di scelta dei serramenti in base alla permeabilità all'aria, tenuta all'acqua, resistenza al vento, trasmittanza termica e isolamento acustico.

Il gruppo sta inoltre portando avanti lo studio di una nuova norma UNI specifica sugli aspetti tecnici della posa in opera dei serramenti, con particolare attenzione alle caratteristiche di isolamento termico e alle prestazioni acustiche.

A livello europeo il gruppo interfaccia i lavori del comitato tecnico CEN/TC 33 “Doors, windows, shutters, building hardware and curtain walling” strutturato in ben nove gruppi. Il comitato si sta occupando principalmente della revisione del consistente parco normativo (ad esempio sulle facciate continue, sulla marcatura CE dei serramenti, sulle porte interne ecc.) mentre alcuni nuovi lavori attualmente in corso riguardano le porte pedonali di tipo automatico e i serramenti resistenti all’effrazione.

“Gli operatori del nostro settore, sia in ambito nazionale che internazionale - chiarisce Paolo Rigone - sono abituati da tempo a utilizzare le norme tecniche, perché la qualifica delle prestazioni dei serramenti fa parte da molti anni del patrimonio culturale dei produttori e dei costruttori di serramenti: infatti le prime norme europee prestazionali introdotte dal CEN negli anni ’70 riguardavano proprio questi prodotti”.

L’intervista a Paolo Rigone è pubblicata sul Canale UNI di YouTube: GUARDA IL VIDEO