Forme vegetali in acciaio per il Padiglione della Germania a EXPO 2015

 

Le strutture in acciaio sono di Stahlbau Pichler
 
Il progetto, caratterizzato dal particolare intreccio tra la presentazione degli spazi e quella dei contenuti, è espressione del motto “Fields of Ideas”. L’architettura ricorda il tipico paesaggio rurale tedesco, fatto di prati e campi: gli elementi rappresentativi e centrali del padiglione sono le piante stilizzate che, come “germogli di idee”, sbucano dal piano dell’esposizione e raggiungono la superficie esterna.
 
Foto: copyright:keller-fotografie.de
 
L’intero edificio ha una lunghezza di circa 120 m, una larghezza di circa 34 m, un’altezza fino a 12 metri e le zone di esposizione coprono un’area di circa 2.700 mq, tra pianterreno, primo piano e copertura.
 
Con i suoi 4.933 mq di superficie si presenta come uno dei lotti di massime dimensioni all’interno del sito espositivo. Per la struttura temporanea, che al temine della manifestazione verrà smantellata, è stata impiegata la minor quantità di materiale possibile limitando così l’impatto sull’ambiente. Una strategia che ha previsto l’impiego dell’acciaio, in linea con i principi della sostenibilità: esame critico, consumo e riutilizzo.
Le 6 coperture che evocano forme vegetali, sono gli elementi particolarmente scenografici che coprono gli spazi aperti del padiglione.

La struttura d’acciaio di ogni albero è costituita da una colonna tubolare centrale ancorata al pianterreno e vincolata orizzontalmente alla soletta del primo e secondo piano. Alla sommità della colonna, 6 travi a sbalzo orizzontali sono fissate trasversalmente alla colonna e sorreggono un tubo perimetrale che serve da elemento di fissaggio della membrana semitrasparente a forma di petalo.
12 colonne collocate sulla circonferenza sorreggono una trave reticolare perimetrale e altre quattro travi reticolari, due in ogni direzione, vanno a formare la struttura principale di copertura. In totale per il padiglione tedesco sono state utilizzate 431 tonnellate di acciaio, tra profili tubolari, HE e travi composte saldate.
 
 
The project, marked out by a particular twine between the presentation of the spaces and contents, is representation of the claim “Fields of Ideas”. Its architecture is a transposition of the German countryside, inspired by farmlands and flowering meadows: the main and representative elements of the hall are the stylized plants that sprout like “saplings of ideas” pierce through the base of the pavilion to emerge connecting the outdoors.
The overall building has a length of about 120 m, a width of about 34 m, height up to 12 meters and the exposition areas cover a surface of about 2.700 square meters, including ground floor, first floor and roof. With its 4,933 square meter of exhibition space, Germany’s is one of the largest plots within the Expo Site. For the temporary structure, which will be dismantled at the end of the event, a minimum of material has been used, limiting the impact on the environment. A strategy that involved the use of steel, in line with the principles of sustainability: critical examination, consumption and
reuse. The 6 roofings, evoking plant forms, are particularly scenic elements that cover the open spaces of the pavilion.
The steel structure of each tree is constitutes by a central tubular column anchored to the ground and restrained horizontally to the first and the second floor plate. At the top of the column, horizontal cantilever girders are fixed transversely to the column, supporting a perimeter tube which serve the purpose as fixing element of the semitransparent petal shaped membrane.
12 columns placed on the circumference support a perimeter truss beam and four other trusses, two in each direction, to form the main structure of topping. In all, the German pavilion 431 tons of steel have been used, including hollow sections, HE profiles and welded beams.
 
CREDITS PADIGLIONE GERMANIA
Committente:
Ministero Federale per l’Economia e l’Energia
Affidataria gestione e organizzazione padiglione:
Messe Frankfurt GmbH
Ideazione, progettazione, realizzazione padiglione:
Joint-venture Milla & Partners (impostazione concettuale, allestimento espositivo, progettazione multimediale); Schmidhuber (ideazione spazi, progetto architettonico, masterplan); Nüssli Deutschland (esecuzione e gestione del progetto).
Realizzazione strutture in acciaio:
Stahlbau Pichler srl
Foto: copyright:keller-fotografie.de