Rispondi a 10 domande sulla Digitalizzazione del Settore delle Costruzioni

L'Economia Digitale sta facendo irruzione nel Settore delle Costruzioni in quasi tutti i Paesi Europei.

Essa minaccia (o promette) di creare profondi sconvolgimenti a livello dei quadri giuridici e contrattuali, nonché economici e finanziari, proponendo un vero e proprio cambio di paradigma per i Mercati.
Al contempo, però, molti sono i fattori ostativi che essa è destinata a incontrare presso un Comparto che tradizionalmente è sprovvisto di una cultura industriale.

Le domande qui proposte cercano di mettere in luce i vincoli e le possibilità che si prospettano per il Mercato Domestico.

Angelo Luigi Camillo Ciribini, DICATAM, Università degli Studi di Brescia e ITC CNR

VAI al QUESTIONARIO
 

Ecco le domande:

  1. Per la diffusione del Building Information Modelling, quanto è necessario che la frammentazione dimensionale delle committenze, degli studi professionali, delle organizzazioni imprenditoriali sia contrastata? Esiste la possibilità di creare Filiere e Distretti Produttivi tra Off Site e On Site con cultura industriale a partire dalle MPI?
  2. Possono la nozione di Collaborazione o quella di Integrazione, che sono sinonimi di estensione delle corresponsabilità, attecchire in un contesto in cui CNAPPC, CNI, CNGeGl, OICE, si scontrano sulle competenze in sede giudiziaria e in sede nominale? In che misura lo Smart Housing trasforma il concetto di prodotto immobiliare? Come l'Offerta Professionale si pone nei confronti del Paradigma dell'Anticipazione e dell'Optioneering?
  3. Il Codice Appalti riuscirà a sottrarsi dall'ideologia del Design-Bid-Build, che rappresenta la quintessenza della sequenzialità? Come si diffonderà il PPP? Che influenza avranno il Life Cycle e la Servitization?
  4. Si può seriamente immaginare un processo gestionale efficiente con una debolezza strutturale della Domanda Pubblica e Privata in fatto di Programme & Project Management, a partire da Feasibility e Brief?
  5. Come si rapportano BIM/GIS, Smart City, Rigenerazione Urbana e Investimenti Infrastrutturali?
  6. In che modo si può offrire evidenza oggettiva alle Istituzioni Finanziarie in merito alla capacità del BIM di mitigare i rischi di default? Come creare in Italia Knowledge-Based Organization?
  7. Come ci si relaziona al tentativo dei Grandi Player informatici di costituire un Ecosistema Digitale tra BIM/GIS, Mixed Reality, Internet of Buildings, Additive Manufacturing, ecc.?
  8. Che nessi sussistono tra Economia Circolare ed Economia Digitale a partire dalla Riqualificazione Urbana? Quali logiche di Interazione tra Stakeholder Tradizionali, ICT Company, Public Utility e Financial Arranger?
  9. Come supportare il Governo nella definizione di una strategia per la Digital Built Italy?
  10. Come facilitare la costituzione di una Piattaforma Nazionale sulla Digitalizzazione che coinvolga tutte le Rappresentanze?
     

VAI al QUESTIONARIO