La progettazione del sistema di ponti ed archi all’ingresso sud di EXPO 2015 Milano

I ponti ad arco sulle autostrade A4 e A8, il viadotto EXPO e gli archi estetici, parte integrante degli interventi per l’accessibilità di EXPO 2015, realizzano un nuovo landmark nella città di Milano. Le singole opere sono unite da una continuità architettonica ma ciascuna presenta specifiche caratteristiche strutturali e di montaggio
 
LE CARATTERSTICHE DEL PROGETTO
Le opere fanno parte degli interventi per la realizzazione della viabilità di accesso dell’EXPO 2015 a Milano e rappresentano l’ingresso sud all’area espositiva. I manufatti, compresi tra lo scavalco dell’RFI e lo scavalco dell’autostrada A8, sono strutturalmente diversi l’uno dall’altro ma uniti da una continuità visiva offerta dalla presenza degli archi disposti in serie e dal rivestimento metallico che caratterizza il profilo dell’impalcato. Le proprietà di leggerezza e trasparenza che contraddistinguono l’intervento permettono di mettere facilmente in relazione l’infrastruttura con l’area espositiva, gli accessi autostradali, la viabilità minore e il contesto urbanistico e architettonico (figura 1).
 
 
Le opere principali sono i due ponti ad arco, che superano le due autostrade A4 e A8, uniti dal viadotto Expo, fiancheggiato dai due grandi archi estetici. Il sistema di archi allineati è enfatizzato dai raccordi al piede realizzati con un carter metallico, che danno maggiore continuità al ritmato susseguirsi delle arcate. Il ponte ad arco sull’A4 è costituito da una campata sospesa da funi collegate a due archi isolati e sfalsati in pianta, posti all’esterno dell’impalcato, e completato con due campate di approccio che si protendono da un lato verso la spalla RFI e dall’altra verso il viadotto EXPO. La lunghezza complessiva del ponte è di circa 180 m. Il viadotto EXPO è una struttura a travata continua complessivamente lunga 265 m. Ai suoi lati sono posti due archi estetici, senza funzione di sostegno dell’impalcato, lunghi circa 200 m e raccordati visivamente alla base con gli altri archi. Infine, il ponte sull’A8 è costituito da un impalcato planimetricamente in curva, sospeso, sul solo lato esterno curva, da funi collegate ad un unico arco. La campata sospesa è complessivamente lunga circa 90 m. A collegare il viadotto EXPO e il ponte sulla A8, è presente una campata in semplice appoggio lunga circa 56 m.
Mentre il ponte ad arco sulla A4 e il viadotto EXPO sostengono una doppia carreggiata con due corsie per senso di marcia, il ponte ad arco sulla A8 sostiene la sola carreggiata che scavalca l’ autostrada e vi si immette.
 
ALL’INTERNO DELL’ARTICOLO INTEGRALE LA DESCRIZONE DEL PROGETTO DEI DUE PONTI AD ARCO E DEL VIADOTTO EXPO.
 
Estratto da Costruzioni Metalliche n. 3/2015.
L’articolo e la navigazione nell’edizione digitale di Costruzioni Metalliche sono acquistabili su www.unicmi.it.
Il numero della rivista in formato digitale, sfogliabile via web o downlodabile in pdf è acquistabile a 18,30 euro (iva compresa).  

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su