Aqua Tower: effetto onda

Il design di Aqua Tower è il risultato globale di reazioni a risposte a specifiche condizioni di volumetria, ambiente e impiego.

Aqua Tower è una torre residenziale di ottantadue piani nel centro di Chicago: è fatto degli stessi materiali resistenti e robusti come la maggior parte dei grattacieli: metallo, calcestruzzo e vetro. Ma l'architetto Jeanne Gang, quarantacinque anni di Chicago, ha trovato un modo per conferirgli linee morbide e leggere, proprio come un tessuto drappeggiato. L’architetto era partita inizialmente con una lastra rettangolare abbastanza convenzionale, che poi ha trasformato avvolgendola, su tutti e quattro i lati, con balconi in calcestruzzo curvi e sottilissimi, che descrivono una forma diversa per ogni piano. Ognuno dei piani è progettato su misura per dare ai visitatori e ai residenti una miglior visuale sullo skyline della città e del lago Michigan in particolare.



Gang ha trasformato la facciata in un paesaggio ondulato fatto di calcestruzzo snello a linee curve, come se il vento soffiando increspasse la superficie dell'edificio, richiamando così alla mente le morfologie calcaree visto lungo le rive dei Grandi Laghi. La forma distintiva di Aqua Tower è ottenuta variando l'altezza dei solai in tutta la torre, sulla base di criteri quali il panorama, la luce solare e lo scopo d’uso. Modellando strategicamente la sagoma di ogni solaio si ottengono confortevoli terrazze all'aperto, dove i vicini possono casualmente e comodamente interagire quando lo si desidera, così come ammirare i vari punti di riferimento di Chicago, andando oltre alle visuali dagli angoli, attraverso gli spazi tra gli edifici già esistenti. Sai che questa torre è enorme e solida, ma la percepisci plastica, come un pulsare dal ritmo dolce.



L'edificio sarebbe risultato un’impresa per qualsiasi architetto e Jeanne Gang non aveva mai progettato un grattacielo prima di allora e tutto questo è capitato quasi per caso. Alle fine degli anni 2000, l’architetto durante una cena era seduta accanto a Jim Lowenberg, un costruttore che aveva costruito una serie di torri-condominio durante una fase di enorme sviluppo edificabile del cantiere ferroviario della vecchia Illinois Central, noto come Lakeshore East. Lowenberg le disse che era rimasto da edificare ancora un lotto in posizione privilegiata perchè aveva in mente di farci qualcosa di più ambizioso. Così visto che apprezzava Gang le offrì una chance.
Molta attenzione, almeno a Chicago, era stato data al fatto che Aqua Tower fosse l'edificio più alto al mondo mai progettato da una donna. Una gratificazione per Gang, ma soffermarsi troppo su questo aspetto conduce facilmente a interpretazioni prevedibili sui grattacieli come simbolo dell'identità maschile. Il successo di Gang ha più a che fare con il superamento di tale banalità. La sua costruzione è più convincente come esempio di architettura funzionale a prezzi accessibili da attirare investitori immobiliari e sufficientemente esaltante da compiacere i critici.



Inoltre, il successo di Aqua Tower, non è dato solo dal fatto che Gang ha trovato un modo intelligente e a basso costo di trasformare un ordinario condominio in qualcosa di più interessante. I balconi a sbalzo della facciata hanno anche uno scopo energetico, riparano gli appartamenti dal caldo sole estivo. Più ingegnoso ancora: proteggono l'edificio dalla forza del vento, una delle sfide più difficili nell’ingegneria dei grattacieli. Il paesaggio di dolci colline e valli creato dai balconi disorienta efficacemente i venti forti di Chicago, deviando la loro traiettoria.



Inoltre la costruzione è ancorata in due modi che non sono immediatamente evidenti, rendendo l'edificio, da un punto di vista tecnico, ancora più eccezionale di quello che sembra. Infatti l'edificio non ha richiesto l’installazione del dispositivo noto come “Tuned Mass Damper", una massa del peso di centinaia di tonnellate che gli ingegneri pongono alla sommità dei grattacieli per stabilizzarli contro le vibrazioni e le oscillazioni causate dalla forza del vento. E utilizzare le curve per disperdere il vento ha dato a Gang una ricompensa: ha potuto collocare i balconi su ogni piano, fino all’ultimo. Di solito i condomini di sessanta o settanta piani fuori terra non hanno balconi, perché c’è semplicemente troppo vento lassù per sfruttarli in quanto tali.