AICARR: l’efficienza energetica puo’ diventare un driver di sviluppo importante

17/11/2015 4838

Andrea Dari intervista Livio De Santoli, Presidente AICARR per conoscere quale sarà il futuro dell'efficientamento del nostro patrimonio edilizio e quali le figure chiave di questo grande cambiamento.

 GUARDA L'INTERA VIDEO INTERVISTA

Il tema della certificazione energetica sta sollevando l’attenzione su una problematica che riguarda l’edificio: quella dell’efficientamento energetico, affrontato però non solo dal punto di vista dell’isolamento ma con un visione più ampia. Questa rivoluzione sta portando ad un nuovo ruolo del progettista?

“In questo momento storico si stanno verificando una serie di eventi legislativi e normativi che vanno tutti nella stessa direzione: quella della valorizzazione del ruolo del progettista energetico. Oggi ci sono grossi appalti che non possono più fare a meno della figura del consulente sulla sostenibilità energetica e ambientale (es. Palazzo Italia) e sempre più escono appalti che richiedono una consulenza specialistica.
In realtà il lavoro da fare è ancora tanto per avere una figura unanimemente riconosciuta ai massimi livelli. Però ci sono tutte le condizioni per farlo. La figura stessa dell’energy manager ormai è stata inquadrata in un ordinamento che prima non c’era, e anche il ruolo delle Esco è diventato altrettanto importante e soggetto a specifiche procedure.


È tutta la materia normativa che sta spingendo nella stessa direzione.

Lo sforzo che occorre fare adesso è crederci in questa efficienza energetica e per farlo occorre semplificare le regole.

Nel momento in cui si dovessero semplificare le regole (vedi il Testo unico dell’Efficienza energetica in Edilizia) o potenziare quegli strumenti che timidamente sono stati messi in piedi (come Linee di indirizzo per l’efficienza energica del patrimonio culturale), il ruolo del progettista energetico è destinato a raggiungere nuova vita. Credo ci siano le condizioni per questo.
AICARR sta vigilando per verificare che tutto questo succeda, con proposte, con ausili, con bracci operativi.”

Guarda l'intera video intervista, vai al link www.youtube.com/watch