Gli impegni del Green Building Council alla Cop21 di Parigi

04/12/2015 2091

GREEN BUILDING COUNCIL ITALIA ha dichiarato il proprio ambizioso impegno per la trasformazione del settore dell'edilizia su scala nazionale alla COP21 di Parigi.

25 Green Building Council da tutto il mondo hanno presentato i propri impegni nazionali per rendere sostenibili gli edifici, ridurre le emissioni di gas serra e garantire che il settore dell'edilizia e delle costruzioni faccia la sua parte per limitare il riscaldamento globale a 2 gradi.

Gli edifici sono oggi responsabili di circa un terzo delle emissioni globali. Ma l'edilizia sostenibile è una delle soluzioni più convenienti per la lotta ai cambiamenti climatici e genera benefici ambientali, economici e sociali significativi.

Gli impegni sono stati dichiarati al Building Day - la riunione ufficiale della COP21 guidata da Ségolène Royal, ministro francese dell'Ecologia ed ex candidata presidenziale.

"Oggi si è tenuta a Parigi alla COP21 una giornata dedicata al ruolo dell'edilizia nelle politiche climatiche. Si tratta di un'assoluta novità che sottolinea il ruolo centrale che dovrà avere già nei prossimi anni la riqualificazione spinta di interi edifici e quartieri con riduzione dei consumi del 60-80%" ha affermato Gianni Silvestrini, Presidente di GBC Italia "Green Building Council Italia, che ha presentato al governo una proposta di finanza innovativa per accelerare la deep renovation, è determinato a dare il proprio contributo per qualificare dal punto di vista energetico e ambientale la trasformazione del mondo dell'edilizia in coerenza con gli impegni climatici e con le indicazioni contenute nel pacchetto sull'economia circolare presentato ieri alla Commissione Europea."

Terri Wills, CEO del World Green Building Council, ha dichiarato: "Green Building Council Italia sta dimostrando una leadership vera nel settore delle costruzioni, dichiarando i propri impegni in questi negoziati di Parigi, strategici per la lotta ai cambiamenti climatici.  Sappiamo come costruire progetti sempre più grandi e complessi. La sfida è quella di realizzare progetti più grandi e migliori. È grazie a impegni come questi che si potrà trasformare il settore globale delle costruzioni, non solo per limitare il surriscaldamento globale a due gradi domani, ma per apprezzare i benefici di questo nuovo modo di costruire oggi."

GBC Italia si impegna nella trasformazione del settore dell'edilizia definendo i seguenti obiettivi nel prossimo decennio:

1. Valorizzazione della filiera del settore edilizio:

  • GBC Italia si impegna a certificare 200.000 m2 di Green Building nei prossimi 10 anni;
  • Efficienza energetica negli edifici esistenti: GBC Italia si impegna a introdurre un sistema di certificazione per la riqualificazione spinta e il mantenimento degli edifici residenziali nei prossimi 2 anni;
  • Workforce capacity: GBC Italia si impegna a formare 5.000 figure professionali nel settore dei Green Building nei prossimi 10 anni.

2. Finanza: GBC Italia si impegna a proporre soluzioni innovative sul fronte della finanza in grado di far compiere un salto di qualità agli investimenti nei Green Building, nella deep renovation degli edifici e nella riqualificazione delle aree urbane.

3. Policy & Strategie amministrative: GBC Italia si impegna a lavorare con le Pubbliche Amministrazioni (nazionali, regionali, municipali) per supportare lo sviluppo e l'implementazione di una "Roadmap 2020-50" coerente con gli impegni europei sul clima e sull'economia circolare.

4. Monitoraggio e responsabilità: GBC Italia affiancherà i membri nel definire e portare a compimento gli obiettivi ambiziosi e i piani d'azione che contribuiranno a raggiungere gli obiettivi che verranno approvati alla COP21.

FONTE: ITALCEMENTI