MODELLO UNICO 2016: adempimenti dichiarativi dei soggetti “forfettari”

Gli obblighi dichiarativi (modello Unico PF 2016) dei contribuenti che aderiscono al regime forfettario per gli esercenti attività d’impresa, arti e professioni di cui all’art. 1, co. dal 54 a 89, L. 190/2014 e successive modificazioni, si esplicitano nella compilazione dei seguenti quadri dedicati:

quadro LM, dedicato alla determinazione del reddito sia per i soggetti che si avvalgono del regime di vantaggio di cui all’articolo 27, commi 1 e 2, D.L. 98/2011, che per quelli che si avvalgono del regime forfetario. Ricordiamo che il reddito di impresa o di lavoro autonomo dei soggetti che rientrano in quest’ultimo regime è determinato in via forfetaria, applicando all’ammontare dei ricavi o compensi percepiti (principio di cassa) nel periodo d’imposta nell’esercizio dell’attività d’impresa o dell’arte o della professione, un coefficiente di redditività diversificato a seconda del codice ATECO che contraddistingue l’attività esercitata;

• la nuova sezione del quadro RS, introdotta al fine di fornire all’amministrazione finanziaria gli elementi informativi obbligatori richiesti ai sensi dei commi 69 e 73 dell’art. 1 L. 190/2014. Tali soggetti quindi, pur determinando il reddito sulla base dei ricavi/compensi percepiti, si trovano “costretti” a monitorare le spese sostenute e conservare la relativa documentazione, al fine di compilare l’apposita sezione del quadro RS.

In particolare, in base al comma 69: “I contribuenti di cui al comma 54 del presente articolo non sono tenuti a operare le ritenute alla fonte di cui al titolo III del citato decreto del Presidente della Repubblica n. 600 del 1973, e successive modificazioni; tuttavia, nella dichiarazione dei redditi, i medesimi contribuenti indicano il codice fiscale del percettore dei redditi per i quali all'atto del pagamento degli stessi non è stata operata la ritenuta e l'ammontare dei redditi stessi”.



A tal fine devono essere compilati i righi RS371, RS372 e RS373, indicando, incolonna 1 il codice fiscale del percettore dei redditi per i quali non è stata operata la ritenuta e, in colonna 2, l’ammontare dei redditi stessi.
Inoltre, in base al comma 73 del medesimo articolo: “Con il provvedimento del direttore dell'Agenzia delle entrate recante approvazione dei modelli da utilizzare per la dichiarazione dei redditi sono individuati, per i contribuenti che applicano il regime forfetario, specifici obblighi informativi relativamente all'attività svolta”.

I dati richiesti sono i seguenti.

ALL'INTERNO DELL'ARTICOLO LE INDICAZIONI PER I SOGGETTI CHE ESERCITANO ATTIVITA' DI LAVORO AUTONOMO E PER QUELLI CHE ESERCITANO ATTIVITA' DI IMPRESA.