Gestire il risparmio energetico tramite la norma ISO 50001:2011

La novità
La norma UNI CEI EN ISO 50001 definisce i requisiti per migliorare la prestazione energetica di imprese e pubbliche amministrazioni. L'adozione di questo standard internazionale, che sostituisce la precedente analoga norma europea EN 16001:2009, è applicabile a qualsiasi organizzazione di qualunque settore di business e attività, sia del settore civile sia industriale. Essa si basa sul modello PDCA che caratterizza i sistemi di gestione più comunemente certificati e pertanto si presta ad essere integrata con altri sistemi di gestione già attuati nell’organizzazione. (ISO 14001, ISO 9001, BS OHSAS 18001). Il sistema di gestione ambientale ISO 14001 risulta il più affine con il sistema di gestione dell’energia (SGE). La certificazione del SGE di una organizzazione è l'attestazione di conformità rispetto ai requisiti della norma ISO 50001:2011, alla quale possono aderire, su base volontaria, le aziende e le organizzazioni che intendono migliorare le loro prestazioni in materia di efficienza energetica.

Il contesto
Il continuo incremento dei costi energetici rende necessario sviluppare metodi più efficienti per gestire questo elemento, così cruciale per le attività aziendali, e ottenere un indubbio vantaggio sia dal punto di vista economico sia da quello, sempre più importante, del rispetto ambientale.
L’implementazione del sistema di gestione dell’energia ISO 50001 è una scelta strategica dell’organizzazione ma soprattutto una scelta dettata dal buon senso.
I costi di implementazione di tale sistema di gestione si ripagano nel primo anno del suo funzionamento perché correlati ai benefici in termini di riduzione della spesa energetica indotta.

Spendo, investo o risparmio?
L’integrazione del modello organizzativo con regole e prassi finalizzate a migliorare la prestazione energetica e quindi ridurre i consumi, determina un conseguente risparmio economico relativo alle spese energetiche, ma anche ai costi del sistema tecnico valutati nel ciclo di vita. ...

Continua l'approfondimento nell'articolo completo
 


Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su