T3, il più alto edificio in legno massello degli Stati Uniti

Costruito a Minneapolis, T3 è stato progettato da Michael Green Architecture e dal Gruppo DLR, è costituirà il più grande edificio in legno massello negli Stati Uniti.
 
 
Materiale da costruzione sostenibile e biocompatibile, negli ultimi anni il legno ha calamitato l’attenzione di numerosi architetti e progettisti, sfatando tutti i pregiudizi legati alla sua durabilità e alla sua resistenza.
Tecnologie come quella del legno lamellare a strati incrociati (CLT) o come quella del nail-laminated timber (NLT) hanno permesso la costruzione di numerosi edifici di notevole altezza sia in Europa che nel Nord America che in Australia.
 
 
Progettato da Michael Green Architecture (MGA) e dall’architetto dei record, DLR Group per conto della società immobiliare Hines, T3 - abbreviazione di "“Timber, Technology, Transit", è una struttura adibita ad uffici, alta sette piani, con superficie di 220.000 piedi quadrati e che verrà inaugurata proprio nel mese di novembre.
Candice Nichol, associata MGA, spiega che la scelta di Hines di utilizzare il legno massello, nasce dalla volontà di renderlo un elemento di differenziazione: "Hines ha compreso che il mercato è alla ricerca di spazi per uffici dove le persone sono felici di lavorarvi".
Il design semplice e squadrato raccoglie segnali visivi dalla vicine strutture storiche di North Loop district di Minneapolis.
Da lontano, la struttura si presenta come un alto edificio commerciale scandito da una griglia di colonne ripetitiva e ordinata.
 
 
Nell’edificio vengono usati pannelli NLT in abete rosso-pino-abete, combinati con una cornice post-e-beam in abete lamellare, e una lastra di cemento come topping.
La scelta del NLT è sicuramente legata alla maggior economicità della soluzione rispetto ad altre.
 
 
Molti vantaggi della scelta del legno. Tra questi sicuramente i tempi di costruzione e la qualità garantita da una prefabbricazione in impianto. La costruzione dell’edificio che ha comportato la messa in opera di oltre 180.000 feet quadrati di legname 30.000 feet quadrati di superficie, è stata infatti realizzata in soli 9,5 settimane.
Un altro vantaggio del legno è la sua leggerezza. Secondo Epp, la struttura di T3 pesa circa un quinto di un edificio in calcestruzzo, riducendo quindi la dimensione delle fondazioni, i carichi sismici e l’energia incorporata.
 
La struttura in legno inoltre si presta anche a risparmi sui costi delle finiture interne. Gli edifici commerciali in genere nascondono la loro struttura portante dietro pannelli in cartongesso e pannelli acustici in quanto non molti apprezzano l'aspetto del calcestruzzo a vista o dell’acciaio. Anche se il suo esterno è rivestito in acciaio Corten, il suo interno è lasciato a vista con una illuminazione interna rivolta proprio verso l’alto.

 
 
 
Il progetto in pillole
 
- Primo edificio alto in legno massello negli USA
- 7 piani, 220k piedi quadrati
- la maggior parte dei NLT è un legname ottenuto da alberi “uccisi” dal coleottero pino mugo.
- utilizzati oltre 1100 8'x20 pannelli NLT pannelli (l’equivalente di nove piste di hockey)
- utilizzati nella struttura circa 3.600 metri cubi di legno
- il legno massello carbonizza naturalmente la produzione di strati protettivi durante l'incendio
- 30% più leggero rispetto all’equivalente in acciaio; 60% più leggero rispetto equivalente edificio in Calcestruzzo = fondazione più piccola, carichi sismici minori
- scelta del NLT per vantaggi strutturali, costi inferiori e tempi di approvvigionamento più veloci