Dubai Opera House, un esempio vincente di applicazione del BIM

Situata in posizione strategica nel cuore della zona del centro di Dubai vicino ad architetture iconiche come il Burj Khalifa e il Dubai Mall – tra lussuosi viali pedonali e il waterfront – l’Opera House è un teatro multifunzione da circa 2000 posti; può assumere la forma del teatro ma anche trasformarsi in una sala da concerto o in spazio dedicato a mostre d’arte o sfilate di moda.
Ideata dall’architetto Janus Rostock di Atkins è stata pensata per diventare uno dei centri di spettacolo e di intrattenimento più significativi e vivaci nel Medio Oriente.
Il design trae ispirazione dalla storia marittima del luogo, la sua forma richiama infatti quella del sambuco (dhow), la tradizionale barca a vela araba.
La “prua” della struttura ospita il palcoscenico principale e l’orchestra mentre gli spazi di circolazione, i foyers e i servizi sono alloggiati nella restante porzione del guscio trasparente.

 
Dubai Opera House, interno modalità concerto 

Il sistema vanta una serie di spazi versatili, tra cui, ad un livello più alto, una lounge area con ristorante che contiene a sua volta  un piccolo palcoscenico con spettacolare vista sullo skyline della città. Inoltre il complesso, come precedentemente accennato, ha la capacità e la flessibilità di trasformarsi in tre diverse modalità: teatro, sala concerti o open space, spazio cioè con “pavimento piatto” (flat floor). 
In modalità teatrale, lo spazio è adatto per opere liriche, musical, balletti, rappresentazioni teatrali e conferenze - posti a sedere tra 1.940 e 2.040 persone a seconda della configurazione. 

 
 Dubai opera House, dettaglio interno 

Per trasformare la sede in una sala da concerto, una serie di torri sul palco crea un guscio acustico che circonda l'orchestra, mentre i riflettori sovrapposti aumentano l'acustica della sala. Nella terza configurazione - modalità " pavimento piatto " - la sala si adatta a numerosi eventi, tra cui cene di gala, in grado di ospitare fino a 1.000 posti a sedere in banchetto, oppure manifestazioni fieristiche ed espositive offrendo ampia flessibilità di suddivisione degli spazi grazie all’utilizzo di pannelli e schermature mobili. 


Dubai Opera House, esterno 

La struttura portante in acciaio della Dubai Opera è decisamente complessa ed è stata progettata  da Eversendai Engineering LLC.
La copertura principale è una struttura dall’articolato andamento curvilineo  a campata unica, in cui si è cercato di ridurre al minimo il numero di travi e controventature in modo tale da consentire l’inserimento del sistema di ventilazione MEP. 
La lunghezza della copertura è di circa 130m e la larghezza di 80m. La parte anteriore dell'edificio è alta all’incirca 38 m mentre la parte a prua circa 42 m.
La porzione a sbalzo della copertura sporge rispetto alla facciata vetrata per circa 9m sul fronte per  3m lungo i lati e 5m sul retro. La traversa in acciaio più lunga del supporto del tetto raggiunge i 37 m.
Il progetto degli elementi strutturali che seguono il perimetro dell'edificio si è conformato all’idea dell’architetto di creare un ambiente pubblico massimizzando la presenza della luce e le viste. 

 
 Dubai Opera House, esterno

I pilastri lungo il perimetro dell’edificio hanno funzione di sostegno per la copertura e per la facciata inclinata e conseguentemente sono inclinati a loro volta per seguirne il profilo. 
Le travi reticolari del del tetto si curvano per adattarsi alla geometria della copertura e massimizzare gli spazi per gli impianti meccanici ed elettrici. 
Tra l’altro, alla copertura principale è fissata una copertura secondaria che va a sostenere i ponti per l’illuminazione con le luci per il palco, piattaforme pedonali per la manutenzione, le strutture per l’isolamento acustico …
Evidentemente la concentrazione di spazi e funzioni all’interno dell’edificio, le fitte strutture in acciaio e l’elevato numero di elementi mobili ospitati fra cui pavimentazioni, partizioni verticali e controsoffitti liberamente riconfigurabili in modo da modificare le funzioni di volta in volta ospitate hanno richiesto un elevatissimo grado di precisione nella definizione dei dettagli esecutivi, precisione ottenuta grazie all’utilizzo della metodologia BIM sia per le partizioni architettoniche che per le strutture.


 guarda il video del progetto strutturale Eversendai Engineering LLC

In particolare Eversendai Engineering LLC, con il progetto della struttura  della Dubai Opera House ha vinto il Tekla Middle East BIM Awards 2015 nella categoria commerciale.
I progettisti hanno spiegato, relativamente alla progettazione delle strutture in acciaio, che si è trattata veramente di una sfida modellare gli elementi adattandosi alla curvatura tridimensionale della copertura tenendo conto dei complessi nodi di congiunzione strutturale e nello stesso tempo inserendo tutti gli elementi necessari alle altre sottostrutture come ad esempio i supporti dei controsoffitti, il sistema di canalizzazione impianti, i supporti della facciata continua in vetro…
Grazie all’utilizzo coordinato e condiviso della metodologia BIM (adottata anche per gli altri settori di progettazione, architettonica, impiantistica…) Eversendai è riuscita, nonostante la complessità e l’impegno dell’opera, a consegnare i progetti esecutivi nei tempi stabiliti dal programma lavori.

Riferimenti
www.tekla.com
www.designboom.com
gulfnews.com