Dalle nuvole laser al modello BHIMM per le simulazioni strutturali

Il caso studio di Castel Masegra

Abstract
Il rilievo geometrico tramite tecniche fotogrammetriche e laser scanning consente di ottenere, in tempi relativamente brevi, coordinate spaziali tramite nuvole di punti e che poi, opportunamente elaborate, permettono l’estrazione di elaborati bi- e tridimensionali. Uno degli obiettivi di questo lavoro è stato quello di incamerare la ricchezza del rilievo in un modello orientato ad oggetti parametrici, così da associare ad ogni elemento informazioni materiche e storiche, gestendo poi in un unico ambiente la complessità geometrica, costruttiva e stratigrafica con un modello non eccessivamente semplificato, ma invece fedele al livello di dettaglio richiesto dalla scala di rappresentazione. Tale modello è stato poi convertito in una mesh per le analisi strutturali ad elementi finiti, cercando di preservare la complessità rilevata tramite le nuvole di punti. L’articolo descrive le differenti fasi dal lavoro, partendo dall’acquisizione del dato geometrico, passando attraverso gli algoritmi di processamento automatici e manuali, sino alla produzione di una mesh per le analisi strutturali.

Tratto dal Convegno
Modellazione e gestione delle informazioni per il patrimonio edilizio esistente
Built Heritage Information Modelling/Management – BHIMM
Politecnico di Milano, 21/22 GIUGNO 2016

 

guarda il video dell'intervento


Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su