Rilievo e modello HBIM di elementi costruttivi complessi

I pilastri della Basilica di Santa Maria di Collemaggio a L’Aquila

Introduzione
Il 6 aprile 2009 un sisma di magnitudo 6,3 distrusse gran parte del centro de L’Aquila, provocando danni ingenti anche alla basilica, con il crollo delle volte del transetto, della cupola, delle due grandi piliere a fascio che la sostenevano, delle ultime arcate di navata e della volta a crociera ogivale sopra l’altare.
Nel 2013 prese avvio una campagna di indagini diagnostiche sulla basilica, con il progetto “Ripartire da Collemaggio”, finanziato da ENIservizi; in questa occasione venne coinvolto un gruppo multidisciplinare di ricercatori e docenti appartenenti a diversi atenei italiani, con lo scopo di fornire un supporto scientifico alla Soprintendenza ai Beni Architettonici e Paesaggistici per l’Abruzzo per la valutazione dell’esatto stato di fatto della basilica, dei rischi delle strutture sopravvissute e per la redazione del progetto di restauro.
Oggetto del presente contributo, l’interpretazione dei rilievi e la modellazione parametrica HBIM della basilica, con particolare attenzione ai pilastri di navata, gravemente danneggiati dal sisma e cuore del progetto di restauro.  

Tratto dal Convegno
Modellazione e gestione delle informazioni per il patrimonio edilizio esistente
Built Heritage Information Modelling/Management – BHIMM
Politecnico di Milano, 21/22 GIUGNO 2016

 

guarda il video dell'intervento


Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su