Il BIM dal primo anno di Università!

Redazione INGENIO 27/10/2017 1944

INTERVISTA A GIUSEPPE CAPPOCHIN PRESIDENTE CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI ARCHITETTI

Il Presidente Cappochin a DIGITAL&BIM Italia parla del ruolo degli architetti in relazione alla digitalizzazione delle costruzioni proponendo il BIM come stimolo all’associazione, alla formazione di gruppi di lavoro multidisciplinari con il fine di superare la dimensione del piccolo studio (in Italia la media è di 1,4 architetti per studio) riuscendo in questo modo a partecipare a tutti i tipi di concorso nazionali o internazionali, pubblici o privati.
Fondamentale in questo senso la formazione universitaria che, per Cappochin, dovrebbe introdurre lo studio della metodologia BIM fin dal primo anno, e non prevederlo solo per i Master.

VAI ALLA VIDEO INTERVISTA