Drive, e' arrivato il cloud di Google

25/04/2012 1970

Era atteso ormai da tempo il servizio di archiviazione cloud di Google e, anche se un po' in ritardo rispetto alla concorrenza, ieri sera il colosso di Mountain View ha reso disponibile agli utenti la sua soluzione: Google Drive.

Lo spazio di archiviazione offerto è di 5GB free ed una serie di abbonamenti per incrementare il proprio spazio di storage (25GB 2,5$/mese, 100 GB 5$/mese, via via fino ad arrivare a 16 TB 800$/mese). Le piattaforme supportate al momento sono pc, Mac e dispositivi Android based, ma saranno presto supportati anche dai dispositivi iOS.

In un panorama già ricco di soluzioni per lo storage online (Dropbox, iCloud, Skydrive, Box.net per citare solo i più famosi) per emergere è però necessario portare qualcosa in più. Quali sono allora le armi di cui Google può disporre? Perché preferire Google Drive ad una soluzione storage già esistente?
Inutile soffermarsi su dettagli comuni a tutti (o quasi) questi servizi: sincronizzazione file remoto/locale, gestione di cartelle, condivisione di cartelle/file, accesso multipiattaforma, utilizzo online, ecc..

I valori aggiunti da Google Drive sono notevoli e sono principalmente riscontrabili nell’integrazione con i servizi di Google così come nella possibilità di condividere e modificare i propri documenti. Il servizio Google Drive infatti nasce e sostituisce il servizio Google Documenti che permetteva di gestire online fogli di lavoro, di testo, presentazioni ed altro ancora, in tempo reale tra più utenti, permettendo di vedere istantaneamente su schermo le modifiche apportate dai collaboratori ed interagire con gli stessi. È possibile visualizzare chi ha effettuato l’ultima modifica e risalire ai precedenti salvataggi fino a 30 giorni.

A conti fatti quello anche se può sembrare qualcosa di già visto non ci si deve fermare alla prima impressione. Drive infatti è una sintesi ben riuscita di tutti i migliori servizi in circolazione, da ognuno ne coglie gli aspetti migliori colmando le lacune dell’uno o dell’altro servizio, fornendo un potenziamento di tutto il sistema e aggiungendo una sua suite di lavoro online collaudata e funzionale.
In sintesi è un prodotto che sicuramente ha tutte le potenzialità per farsi spazio tra i servizi di cloud presenti sul mercato.