Sviluppo: detrazioni al 50% per ristrutturazioni e interventi energetici

21/06/2012 1467

Il Consiglio dei Ministri ha dato via libera al Decreto Sviluppo 2012.

Il Decreto Sviluppo prevede che sia portata al 50% dal 36% la detrazione Irpef per le ristrutturazioni fino al 30 giugno 2013 e che sia prorogata sempre a metà 2013 la possibilità di detrarre le spese per riqualificazione energetica, ma con soglia al 50% dal 55% precedente.

Hanno diritto al bonus non solo i proprietari dell'immobile ma anche gli inquilini o i parenti dei proprietari, la detrazione spetta a chi sostiene le spese.
Novità anche per il bonus relativo alle opere di riqualificazione, che invece del 31 dicembre sarà prorogato per altri sei mesi, con una riduzione della quota detraibile, destinata a scendere dall'attuale 55% al 50%.

Per ottenere i bonus, bisognerà pagare sempre tutto con bonifico bancario e conservare tutte le fatture relative alle opere per cui si chiede il bonus.
E' invece saltata l'esenzione per tre anni dell'Imu per gli immobili invenduti che pesa sulle imprese edili.

Inoltre è stata ripristinata l'Iva sulle cessioni o le locazioni di nuove abitazioni effettuate direttamente dai costruttori, consentendo di conseguenza alle imprese di avvalersi della compensazione.

È previsto un nuovo strumento operativo, il “Piano nazionale per le città”, che prevede interventi di riqualificazione delle aree urbane, costruzione di parcheggi, alloggi e scuole.

A coordinare sarà una Cabina di regia composta, tra gli altri, da due rappresentanti del Ministero delle Infrastrutture, di cui uno con funzioni di presidente e da un rappresentante del Ministero dell’Economia e del Ministero dello Sviluppo economico.
 

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su