Oice: boccata d'ossigeno per gare ingegneria

21/06/2012 1817

Secondo gli ultimi dati dell'Osservatorio Oice-Informatel, gli appalti di ingegneria e architettura nel mese di maggio 2012 hanno registrato un notevole aumento dovuto in particolare al bando di Autostrada Pedemontana Lombarda spa di Milano, per direzione lavori, attività tecnico-amministrative e coordinamento per la sicurezza per il collegamento autostradale Dalmine-Como-Varese-Valico del Gaggiolo. Un valore complessivo di 55,7 milioni di euro, pari al 63% degli 88,7 milioni messi in gara complessivamente nel mese.

Confrontando la posizione dell’Italia con gli atri paesi europei, si constata che il numero delle gare italiane pubblicate sulla gazzetta comunitaria, è passato dalle 181 del gennaio-maggio 2011 alle 125 del gennaio-maggio 2012: -30,9%.

Secondo Luigi Iperti, Vice Presidente Vicario Oice, “I dati confermano la profonda crisi della domanda pubblica di ingegneria e dell’architettura, salvata soltanto dal maxi-bando della Pedemontana Lombarda”.

Inoltre il Vice Presidente afferma che in questa realtà con fondi pubblici ridotti e risorse per gli incentivi alle imprese insufficienti, la crescita e lo sviluppo sembra quasi utopia.
“Data questa situazione, va quindi apprezzato il varo del decreto-legge sulla crescita” aggiunge Iperti “Gli interventi sui project bond, sulle gare di progettazione, sugli incentivi per l’edilizia e sullo sblocco delle infrastrutture energetiche in attesa di autorizzazione, costituiscono senza dubbio un passo avanti per iniziare a pensare ad un riavvio di iniziative nel nostro Paese, unitamente a ogni iniziativa che semplifichi e sburocratizzi il quadro amministrativo e delle regole.
Anche se ci vorrà tempo per vedere i risultati e in questo tempo, l’unica soluzione, certa e rapida, che le società hanno per rilanciare le proprie attività e per avere rapidi ritorni rispetto agli investimenti effettuati, è quella di puntare sulla realizzazione di efficaci processi di internazionalizzazione”.