PEC: entro il 30 giugno la comunicazione al Registro imprese

21/06/2012 1865

Entro il 30 giugno 2012 tutte le società sono tenute a comunicare al Registro delle Imprese il proprio indirizzo di posta elettronica certificata.

La PEC è un sistema di posta elettronica in virtù del quale al mittente del messaggio viene fornito l’attestato, con valenza legale, dell’invio e della consegna al destinatario di documenti informatici.

La certificazione ha valore di prova legale, pertanto è necessario creare una propria PEC richiedendola esclusivamente a gestori autorizzati i quali, devono essere iscritti in un apposito registro tenuto da DigitPA (Ente nazionale per la digitalizzazione della Pubblica Amministrazione).

La PEC è obbligatoria per tutte le imprese costituite in forma societaria e la comunicazione della Pec al registro delle imprese, va effettuata dal legale rappresentante dell’impresa per via telematica, secondo le modalità previste per le comunicazioni al Registro delle imprese (cioè attraverso la procedura di «Comunicazione unica», mediante l’indicazione nel riquadro 5 del modello S2, nei soli campi relativi all’indirizzo di posta elettronica certificata).

L’adempimento può essere delegato anche a un professionista il quale deve dichiarare nelle note di essere stato incaricato dai legali rappresentanti della società e di essere regolarmente iscritto nel relativo Albo.

L’omissione della comunicazione al Registro delle imprese dell’indirizzo della casella Pec è assoggettata alla sanzione amministrativa prevista dall’art. 2630 codice civile per le omissioni, nei termini prescritti, delle denunce, comunicazioni o depositi presso il Registro delle imprese.