Giornata di studio sulla salute e sulla sicurezza sul lavoro

28/06/2012 2194

Il commissario straordinario dell’INAIL, Massimo De Felice, il 25 giugno, nel corso della “Giornata nazionale sulla salute e sicurezza sul lavoro”, ha anticipato alcuni dati del Rapporto annuale INAIL 2011 che sarà presentato il prossimo 10 luglio.

Nel corso del 2011, gli incidenti mortali sono stati 920, per una diminuzione del 5,4% rispetto ai 973 dell’anno precedente. 450 gli incidenti avvenuti in ambienti di lavoro, 230 in strada in occasione di lavoro, 240 gli incidenti in itinere.

Il commissario ha inoltre ricordato che l’assegnazione dei 205 milioni di incentivi alle imprese per la sicurezza sul lavoro, la cui gara online su base regionale è aperta dal 26 giugno e si protrarrà fino al 28.

In tale ambito è intervenuto il Presidente della Repubblica che ha rilevato la presenza di “gravissime crepe e contraddizioni nell’impegno a costruire la sicurezza sul lavoro” ed affermato che “c’è molto da fare dal punto di vista del sistema dei controlli e delle sanzioni”. Inoltre ha ribadito che “è doveroso, da parte di tutti i soggetti implicati, uno sforzo per garantire al lavoratore di operare in condizioni igienico-sanitarie sicure e idonee”.

Il presidente del Senato Renato Schifani è intervenuto affermando come sia necessaria un’attenzione costate insieme a un approccio condiviso tra le forze politiche nonché sforzi maggiori per tutelare la vita di ogni lavoratore e il proprio diritto alla salute e a condizioni igienico-sanitarie decorose.

Il Presidente dell’Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi del Lavoro-(Anmil) Franco Bettoni ha affermato: “Siamo convinti, dalle nostre stesse cicatrici, che per prevenire ed evitare gli infortuni non bastano le leggi; non bastano gli investimenti e le iniziative nel perseguire imprenditori che sfruttano il lavoro nero, disattenti o anche colpevoli; non basta pretendere macchine sicure, protezioni dai rischi ben utilizzate. Occorre promuovere una cultura del lavoro in sicurezza che, da strutturata ed imposta, diventi ‘istintiva’ nella società, nel tessuto produttivo delle imprese, nella stessa compagine dei lavoratori”.

Infine il Presidente di INAIL ha ricordato che il prossimo 30 giugno ad Assisi si terrà la Prima Marcia Nazionale per la sicurezza sul lavoro, alla quale hanno già aderito più di 3.000 persone.

 

In collaborazione con: Scadenzario Sicurezza Lavoro
 

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su