Edilizia: accordo tra Intesa San Paolo e Ance, due miliardi contro la crisi

12/07/2012 988

Due miliardi per combattere la crisi che, si sa, non sta risparmiando il mondo dell’edilizia. Un budget importante per favorire le nuove iniziative immobiliari delle imprese associate, lavorando in sintonia con il Decreto Sviluppo e puntando sulla riqualificazione del patrimonio immobiliare esistente. Questo il principale risultato di un accordo siglato il 12 Luglio 2012 tra Paolo Buzzetti, Presidente dell’ANCE (Associazione Nazionale Costruttori Edilie) ed Enrico Tommaso Cucchiani, amministratore delegato di Intesa San Paolo.

L’accordo incoraggia con agevolazioni le imprese di costruzioni nella gestione dell’indebitamento a breve termine e delle unità abitative invendute, nel finanziamento di nuovi cantieri, nell’anticipo del circolante su opere eseguite per conto di terzi. I sostegni si concentreranno anche su: reti d’impresa, efficienza energetica, formazione, internazionalizzazione e innovazione.

Banche e imprese, insieme per aiutare le aziende di costruzione ad uscire dalla crisi, con gli strumenti (finanziari e non) più adeguati per riattivare il settore dell’edilizia. Sarà costituito, infatti,un tavolo di lavoro per meglio impostare e stimolare un dialogo produttivo fra banche, imprese e territorio.

Intesa San Paolo metterà a disposizione, inoltre, la “Presentazione Commerciale” ossia un’analisi quantitativa e qualitativa dell’impresa, che permetterà l’identificazione di potenziali aree di sviluppo e l’analisi dei vari indicatori economici, come il posizionamento dell’impresa nel settore.
 

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su