Instanthouse “Temporary Housing”: designati i vincitori del concorso

20/07/2012 1719

PRIMO PREMIO AL PROGETTO CHE PORTA IL LEGNO ECOSOSTENIBILE IN CITTÀ

Sono stati decretati i vincitori dell’edizione 2012 del concorso InstantHouse “Temporary Housing”, promosso da FederlegnoArredo in collaborazione con il Politecnico di Milano per MADE expo, la manifestazione internazionale dedicata all’edilizia e al mondo del progetto e dell’architettura, durante la quale saranno esposti, dal 17 al 20 ottobre a Fiera Milano Rho, i progetti vincitori e quelli che hanno ottenuto una menzione speciale.

Ad aggiudicarsi il primo premio è l’italiano Andrea Di Marino, della Facoltà di Architettura Luigi Vanvitelli di Aversa, con un progetto innovativo, rispondente alle esigenze di temporaneità di abitazione e rispetto ambientale. Una struttura abitativa che può accogliere al proprio interno diverse configurazioni, trasformando con originalità un semplice allineamento di piccole abitazioni, collegate tra loro da una luminosa passeggiata protetta da una struttura lignea in grado di rilasciare energia.

Il secondo premio è andato alle tedesche Julia Jordan e Margitta Wagner della University of applied sciences Wurzburg-Schweinfurt, con un progetto che crea una vera e propria isola verde nella maglia urbana, ribaltando i classici rapporti tra edificato e verde urbano. L’aspetto più interessante per la giuria è stato proprio l’ibridazione tra edificio e parco, una convivenza votata all’ecosostenibilità e al vivere naturale in città.

Terzo posto, invece, al progetto del gruppo costituito da Linfan Liu, The State University of New York at Buffalo e Gregory Serweta, Cornell University. La proposta si basa su una piazza a doppia altezza che consente la presenza di volumi abitabili al suo interno rappresentando un’interessante connubio di pubblico e privato.

“Anche quest’anno i progetti provenienti da tutto il mondo si sono distinti per la grande qualità e originalitàafferma Andrea Negri, presidente di MADE eventi I primi tre classificati, ma anche le numerose menzioni che abbiamo assegnato, rappresentano un interessante spaccato delle idee e della creatività dei giovani, che hanno presentato soluzioni altamente qualificate. Quest’anno il concorso ha raggiunto un record di iscrizioni, con 418 adesioni da parte di studenti e neolaureati delle facoltà italiane e straniere di architettura, ingegneria e industrial design, oltre che scuole di specializzazione internazionali. Questo dimostra l’importanza e la centralità che InstantHouse sta acquisendo edizione dopo edizione nel progetto MADE expo, puntando a stimolare nelle giovani generazioni l’attitudine e l’interesse a progettare tenendo sempre presenti le esigenze di sostenibilità ambientale, benessere e qualità della vita”.

Tra i membri della giuria il presidente di MADE eventi, Andrea Negri, e rappresentanti del Politecnico di Milano, FederlegnoArredo, Expo 2015 e Triennale di Milano.