Energie rinnovabili: no al tetto massimo per gli incentivi

01/10/2012 1608

L’imposizione di un tetto massimo viola le direttive UE ed il Protocollo di Kyoto, ecco perché il Consiglio di Stato ha ritenuto illegittimo il tetto massimo imposto dal piano energetico regionale della Basilicata.

Il piano energetico della regione Basilicata prevedeva infatti un tetto massimo di 128 MW di installazioni complessive per gli impianti eolici dal 2000, anno di approvazione, al 2010. Oltre tale data non sarebbero state concesse altre approvazioni.

La sentenza n. 4768, della Quinta Sezione del Consiglio di Stato, ha di fatto decretato che nessun legislatore nazionale, statale o regionale possa stabilire questo limite.

Tale limite sarebbe in contraddizione con il Protocollo di Kyoto, il quale impone limiti minimi, e non massimi, di produzione energetica, e che con la direttiva europea 2001/77/CE, che promuove il libero mercato e la produzione di energia elettrica di fonti rinnovabili.