Scaduto il termine: le Casse di previdenza scelgono l'«obiezione»

02/10/2012 3911

Il termine fissato per il 30 settembre dalla spending review per le Casse di Previdenza è stato superato senza che sia arrivata una proroga, così le Casse di previdenza dei professionisti - quasi tutte - hanno sostanzialmente confermato l'orientamento emerso nei giorni scorsi, ossia di impugnare la circolari della Ragioneria dello Stato e quindi di non versare quanto richiesto.
Non conosciamo la posizione di Inarcassa.
Ricordiamo che la norma, con il comma 3 dell'articolo 8 della legge 135/2012 (spending review) impone alle Casse di previdenza di versare alla Tesoreria dello Stato quanto risparmiato tagliando i consumi intermedi. Il risparmio deve essere del 5% ne[ 2012 e del 10% negli anni successivi. Per l'anno in corso il termine per il versamento era stato fissato proprio per il 30 settembre.
La richiesta di contributo si basa sul fatto che le Casse di previdenza sono inserite nell'elenco Istat degli enti che rientrano nel conto economico consolidato dello Stato.