Sostenibilità dei prodotti edili: Protocollo d’intesa tra ITACA e Federcostruzioni

15/10/2012 2891

 Lo scorso 8 ottobre 2012 è stato sottoscritto a Roma un Protocollo d’intesa tra ITACA e Federcostruzioni per la promozione della sostenibilità ambientale dei materiali da costruzione. Con l’intesa si intende definire norme e prassi operative che possano premiare e incentivare la produzione e l’uso di materiali nella realizzazione delle costruzioni, ad alta prestazione ambientale.

 

 

 


In particolare è valutata l’opportunità, in riferimento al Protocollo ITACA per certificazione della sostenibilità energetico-ambientale degli edifici che assegna un peso da attribuire ai materiali per il calcolo del punteggio di sostenibilità finale, di definire una metodologia condivisa e scientificamente attendibile.
L’accordo prevede tra l’altro la costituzione di un organismo denominato inizialmente “EPD Italia” che promuova lo sviluppo di un sistema nazionale di certificazione ambientale di materiali per le costruzioni coerente con la norma EN 15804 "Sustainability of construction works — Environmental product declarations — Core rules for the product category of construction products".
"Con la nascita di EPDItalia - ha sottolineato il presidente di Itaca Ugo CAVALLERA - promuoveremo la qualità dei manufatti edilizi, riducendo l'impatto sull'ambiente e favorendo la qualificazione della domanda pubblica e privata in una direzione di sempre maggiore attenzione alla sostenibilità”.
Il presidente di Federcostruzioni, Paolo BUZZETTI, ha così commentato la firma dell’intesa: “Anche la nostra industria edilizia potrà a breve contare su un soggetto in grado di accompagnarla lungo il percorso di una qualificazione di una produzione sempre più sostenibile”.
Con l’accordo, dunque, si avvia il percorso volto a costituire anche in Italia un organismo scientifico di orientamento per il sistema produttivo e per gli organismi di certificazione finalizzato a fornire al mercato criteri di valutazione in materia di sostenibilità chiari, condivisi e trasparenti. "Il protocollo con Itaca - ha continuato Buzzetti - è propedeutico alla costituzione di “EPDItalia”, organismo grazie al quale sarà possibile mettere in condizione le aziende produttrici di dotarsi della Certificazione ambientale, appunto l'EPD (Enviromental Product Declaration), con la quale vedranno riconosciute le caratteristiche di sostenibilità dei materiali e dei prodotti”.
Il progetto è aperto ad altri enti ed organismi pubblici e privati comunque interessati all’applicazione dei criteri di valutazione della sostenibilità così come sta accadendo in altri Paesi europei.

Fonte: ITACA