Inarcassa, pronti a investire 1,1 miliardi di euro in immobili

29/11/2012 1633

(FONTE: Il Sole 24 Ore Radiocor) - Roma, 28 nov - L'arch. Paola Muratorio, presidente di Inarcassa, ha dichiarato "Siamo pronti a investire per la crescita del Paese e il rilancio del settore dell'edilizia".
Lo ha fatto nel corso del convegno "Il mestiere del costruire" svoltosi a Roma.

Inarcassa, si legge in una nota, scende in campo con proposte operative per offrire opportunita' professionali ai 160mila associati e dare un contributo determinante alla ripresa del sistema economico e alla riqualificazione del patrimonio edilizio pubblico. Per contrastare la recessione in atto l'investimento gia' previsto per il 2013 e' di 1,1 miliardi di euro. E' una strategia ad alto tasso di innovazione e che puo' contribuire al rilancio del sistema economico quella illustrata oggi ai principali attori della filiera del costruire: committenza, progettisti, costruttori, Istituzione e politici. Inarcassa, aggiunge il comunicato, si rende disponibile ad assumere il ruolo di investitore istituzionale con la costituzione di fondi immobiliari chiusi, finalizzati all'ammodernamento e al recupero del patrimonio immobiliare pubblico. Il progetto pilota parte da Bologna e consentira' la riqualificazione degli edifici scolastici esistenti e la costruzione di nuove strutture architettoniche polifunzionali capaci di coniugare qualita' estetica, innovazione, risparmio energetico e didattica evoluta. Commentando la proposta di Inarcassa, il ministro dell'Ambiente, Corrado Clini, intervenuto al convegno, si e' dichiarato disponibile "a mettere in atto un programma capace di valorizzare le disponibilita' di investimento in modo che queste abbiano un valore aggiunto importante anche per il recupero del territorio e il contenimento dei consumi energetici"

Un'ulteriore proposta di Inarcassa, conclude la nota, e' finalizzata al sostegno degli anziani in tempo di crisi, la "nuda proprieta' reversibile": uno strumento unico e innovativo che consente all'anziano venditore di monetizzare parte del valore immobiliare, utilizzabile subito per far fronte alle esigenze proprie o della famiglia, mantenendo sia il diritto d'uso sia la possibilita' di riacquistare l'immobile.