Relazione finale - 1a Conferenza Nazionale Poliuretano Espanso rigido

04/04/2013 2158

Sono stati più di 250 gli esperti di efficienza energetica, i progettisti, i responsabili di aziende produttrici e di imprese di applicazione che si sono dati appuntamento il 21 marzo a Castelnuovo del Garda per partecipare alla 1° Conferenza Nazionale dedicata al poliuretano espanso rigido ed alle sue applicazioni per il miglioramento dell’efficienza energetica.
L’evento, organizzato da ANPE, Associazione Nazionale Poliuretano Espanso rigido, si è focalizzato sull’evoluzione degli aspetti prestazionali, produttivi ed applicativi delle schiume poliuretaniche con particolare riferimento al loro impiego nell’edilizia e nei nuovi edifici con consumi energetici quasi nulli.
All’interno del worksgop “per risparmiare”, sono stati molti gli interventi dedicati a realizzazioni di edifici passivi, residenziali e commerciali, sia in Paesi europei sia nelle diverse zone climatiche italiane, dalla pianura padana al clima mediterraneo della Puglia. Ma al di là delle eccellenti prestazioni energetiche ottenibili grazie ad un’attenta progettazione e realizzazione dei nuovi edifici, la Conferenza ha evidenziato il ruolo imprescindibile delle ristrutturazioni e del miglioramento dell’efficienza energetica del patrimonio edilizio esistente; in questo settore le soluzioni offerte dagli isolamenti in schiuma poliuretanica sono molteplici: dai prodotti specifici per le coperture, residenziali e industriali, ventilate o non, alle applicazioni in opera a spruzzo o mediante iniezione nelle intercapedini esistenti, agli isolamenti di pareti perimetriali con soluzioni a cappotti sotto intonaco sottile, a facciata ventilata o dall’interno con pannelli in poliuretano accoppiati a lastre in cartongesso.
Il tema dell’efficienza energetica è stato svolto in parallelo a quello della sostenibilità ambientale, con relazioni sugli studi di Life Cycle Assessments, svolti a livello europeo e italiano, e analisi di Life Cycle Costing sviluppate su esempi applicativi di condotte per il trasporto dell’aria preisolate con poliuretano.
Il contemporaneo workshop “per fare”, destinato al mondo produttivo delle schiume poliuretaniche, con esempi applicativi provenienti anche dall’industria degli elettrodomestici, ha dedicato ampio spazio all’utilizzo di materie prime da fonti rinnovabili, alle prestazioni di reazione al fuoco delle schiume poliyso, ed alle novità impiantistiche e formulative sviluppate dalle industrie del settore.

Al termine dei due workshop il Comitato Scientifico, presieduto dai chairmen, prof. Roberto Frassine, Politecnico di Milano, prof. Michele Modesti, Università di Padova, prof. Piercarlo Romagnoni, IUAV Venezia e prof. Roberto Zecchin, Università di Padova, ha assegnato i premi per i migliori progetti assegnati a giovani ricercatori. I primi premi sono stati assegnati a Alessandra Tosato per la tesi "Sviluppo di espansi poliuretanici da materie prime rinnovabili con migliorata reazione al fuoco" (workshop PER FARE) e a Flora Faleschini per lo studio "Indagini sperimentali sul comportamento strutturale di pannelli multistrato con isolanti poliuretanici " (workshop PER RISPARMIARE). Una menzione speciale è andata inoltre ai lavori, anch’essi esposti alla Conferenza, di Michele Dittadi, “Sviluppo di espansi poliuretanici da materie prime rinnovabili” e di Teresa Napolitano “Integrazione del materiale innovativo HYPUCEM per la riqualificazione dell’involucro edilizio”

Il pubblico presente ha contribuito ad assegnare le targhe ricordo per le migliori presentazioni assegnate a Claudio Cecchini, ”Il ruolo delle schiume poliuretaniche per l’efficienza energetica dei frigoriferi, aspetti tecnologici e produttivi” e Silvio Messa, “Metodi di prova per la determinazione della reazione al fuoco: evoluzione del quadro europeo” per il workshop PER FARE, e a Fabio Raggiotto, “Isolamento in poliuretano per edifici a consumo zero” e a Marco Imperadori e Matteo Brasca, “Presentazione del libro “Sandwich Architectures”, per il workshop PER RISPARMIARE.

I lavori della Conferenza sono stati conclusi dalla Tavola Rotonda sul tema “Qualità, efficienza energetica e sostenibilità dell’edilizia”, moderata dall’arch. Dario Marabelli, direttore di testate tecniche del gruppo BEMA Editrice, a cui hanno partecipato Presidenti e responsabili tecnici delle Associazioni coinvolte: ANPE, CORTEXA (Consorzio per la cultura del sistema a cappotto), ASSIMP (Associazione delle Imprese Italiane di Impermeabilizzazione), SITEB (Associazione Italiana Bitume Asfalto Strade), GBC (Green Building Council Italia), Sacert e Kyoto Club. Tra i molti aspetti esaminati quelli legati alla certificazione energetica e alla necessità di maggiori controlli per una sua corretta applicazione, alle esigenze qualitative del mercato e alla maggiore sensibilità verso gli aspetti di sostenibilità ambientale del costruito. Unanime la sottolineatura del ruolo essenziale delle associazioni per la promozione di un’offerta maggiormente qualificata e per la necessità di attivare azioni sinergiche di miglioramento dell’intera filiera.

Tutte le informazioni relative all'evento sono disponibili online all'interno del sito www.conferenzapoliuretano.it

 


ANPE - Associazione Nazionale Poliuretano Espanso rigido, associazione senza scopo di lucro, è attiva da oltre 20 anni e raggruppa produttori di materie prime e trasformatori che hanno, come comune denominatore, l'utilizzo di poliuretano espanso rigido in prodotti o manufatti destinati all'isolamento termico.
Dell'associazione fanno parte, in qualità di Soci Ordinari, i maggiori produttori nazionali di pannelli isolanti con rivestimenti flessibili, di lastre di schiuma rigida, oltre ad aziende specializzate nelle applicazioni in opera. Sono inoltre Soci Sostenitori di ANPE i maggiori produttori di materie prime (principali e secondarie), di sistemi poliuretanici formulati, di rivestimenti e di impianti e macchine.

 

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su