RICOSTRUZIONE: BOCCALI “QUATTRO ANNI DI FERITE INGIUSTIFICABILI PER L’AQUILA”

08/04/2013 2681

"Dopo quattro anni, la cosa che ci fa più male è vedere ancora delle difficoltà enormi nel far partire a L’Aquila l’opera di ricostruzione, sia leggera che pesante”. Lo afferma il delegato Anci alla Protezione civile, Wladimiro Boccali, nel giorno dell’anniversario del terremoto che ha sconvolto il capoluogo abruzzese. “Un grande Paese come l’Italia, che abbandona una grande città d’arte come L’Aquila in queste condizioni – prosegue Boccali – genera una ferita ingiustificabile per l’intero Paese”.

Per quello che riguarda l’Anci, Boccali fa sapere che “a fine maggio saremo proprio a L’Aquila per tenere un seminario sulla prevenzione e l’intervento nelle emergenze da parte dei Comuni. Si tratta di un percorso che stiamo costruendo a livello nazionale – spiega – per lanciare un grido d’allarme: non ci si può ricordare della Protezione civile solo quando ci sono le emergenze, l’opera di prevenzione deve essere una priorità sia per lo Stato che per i Comuni. Noi – conclude – siamo pronti a far la nostra parte, ci auguriamo di trovare nei rappresentanti del prossimo governo interlocutori seri, per proseguire il lavoro che stiamo portando avanti con il responsabile della Protezione civile Franco Gabrielli”.

FONTE: http://www.anci.it/