INARSIND: osservatorio sulla regolarità dell’attribuzione degli incarichi per opere pubbliche

16/04/2013 1778

InarSind, il Sindacato degli Ingegneri e Architetti Liberi Professionisti, torna a denunciare con forza la pratica dissennata di alcune pubbliche amministrazioni, che pubblicano bandi con i quali si richiedono prestazioni d’opera a titolo gratuito ai liberi professionisti: ingegneri, architetti, geometri, giornalisti e altri ancora.
Per tale motivo il Comitato Nazionale di InarSind ha deciso di costituire, su facebook, un osservatorio sulla regolarità dell’attribuzione degli incarichi per progetti di opere pubbliche in modo da raccogliere le segnalazioni del maggior numero di colleghi possibili e conseguentemente avviare le procedure di contestazione alle Autorità competenti.
L’Osservatorio è raggiungibile attraverso Facebook (“Osservatorio sugli incarichi pubblici”) http://www.facebook.com/OsservatorioSugliIncarichiPubblici o scrivendo all’indirizzo segreteria@inarsind.org.

 


Pubblichiamo quanto riportato nella pagina facebook di INARSIND

È da diversi anni che varie amministrazioni pubbliche si ingegnano per recuperare lavoro professionale a basso costo o addirittura gratuito con le più svariate motivazioni e modalità.
Già in passato Inarsind si è trovata a contestare questa prassi scorretta che viola il principio fondamentale previsto in Costituzione della remunerazione del lavoro e più volte l’Autorità di Vigilanza Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture è intervenuta anche su nostra indicazione affermando in maniera equivocabile che “ I Servizi attinenti alla architettura e all’ingegneria possono essere affidati esclusivamente in presenza dei presupposti e con le procedure previste dal D. Lgs 163/2006 e dal DPR 207/2010, e che tali norme non comprendono la possibilità di affidare a titolo gratuito tali incarichi”.
Ciò nonostante diverse amministrazioni pubbliche continuano ad operare scorrettamente e questo atteggiamento che è di per sé inaccettabile diventa intollerabile in presenza di grandi sprechi delle pubbliche amministrazioni più o meno leciti e della disoccupazione giovanile professionale e intellettuale che affligge i nostri giovani colleghi che sono quasi sempre i principali bersagli di queste disdicevoli procedure.
Per tale motivo il Comitato Nazionale di inarsind ha deciso di costituire, su facebook, un OSSERVATORIO SULLA REGOLARITA DELL’ATTRIBUZIONE DEGLI INCARICHI PER PROGETTI DI OPERE PUBBLICHE in modo da raccogliere le segnalazioni del maggior numero di colleghi possibili e conseguentemente avviare le procedure di contestazione alle Autorità competenti.
Abbiamo già in esame i seguenti casi:

  • il Puc del Comune di Battipaglia in cui l’Amministrazione ha pubblicato l'avviso per la costituzione di un gruppo di volontari, laureati in Ingegneria civile, edile, ambientale ed informatica, che intenda partecipare e fornire gratuitamente il proprio contributo alla redazione del principale strumento di pianificazione della città;
  • il Progetto definitivo del Nuovo stadio di Pisa fornito gratuitamente dall’Associazione Geosport e l’Architetto Gino Zavanella alla fine di un corso di formazioni a cui parteciperanno 300 geometri con una quota di iscrizione pari a 600 euro cadauno (300 x 600=180.000 euro) quindi non solo questi geometri (fuori dalle loro competenze) forniranno lavoro ma addirittura pagheranno per firmare un progetto gratuito;
  • il Comune di Parma che cerca uno sviluppatore informatico (o meglio ancora, un gruppo di sviluppatori) per “collaborare, sviluppare alcune idee ovviamente in modo gratuito.

Per aiutarci segnalateci ulteriori casi in modo da affrontarli “collettivamente segnalando gli avvisi “incriminati” su questa stessa pagina o scrivendo all’indirizzo di posta elettronica segreteria@inarsind.org

GRAZIE