Debiti PA, online i dati sul monitoraggio del pagamento

Il ministero dell’Economia e delle Finanze ha avviato la pubblicazione dei dati di monitoraggio del pagamento dei debiti della Pubblica Amministrazione alle imprese.

Le informazioni sono accessibili dal portale del MEF all’indirizzo http://www.mef.gov.it/primo-piano/article_0118.html

 

I dati presenti sono aggiornati al 22 luglio.

Nella sezione del sito sopracitato sono pubblicate le informazioni sul monitoraggio del pagamento dei debiti della Pubblica Amministrazione alle imprese creditrici secondo quanto disposto dal Decreto legge 35/2013. Attraverso la trasparenza riteniamo di favorire l'accelerazione di tutte le procedure interne alla PA necessarie affinché le imprese riscuotano nel più breve tempo possibile il proprio credito.

Oltre alle tabelle con i dati di sintesi, è possibile scaricare il rapporto completo sullo stato di avanzamento dei pagamenti e – dalla sezione “Comuni e province” – i file con il dettaglio delle risorse messe a disposizione degli enti locali. 

Il pagamento alle imprese dei crediti certificati è a carico delle singole amministrazioni. Con il DL 35/2013 il Governo ha dato disposizioni per l’accelerazione dei debiti scaduti al 31 dicembre 2012 anche attraverso il finanziamento diretto delle amministrazioni. Il Governo, attraverso il Ministero dell’Economia e delle Finanze, ha garantito alle amministrazioni centrali e locali la liquidità necessaria utilizzando diverse modalità:

  • anticipando finanziamenti
  • creando spazio di disponibilità finanziaria sul patto di stabilità
  • disponendo deroghe al patto di stabilità interno per specifiche categorie di spese per investimento

Nelle pagine di questa sezione si forniscono informazioni sulle risorse messe a disposizione delle amministrazioni, le quali sono tenute ad effettuare il pagamento dei debiti entro 30 giorni dalla disponibilità della liquidità assicurata dal Governo. Gli enti locali sono anche tenuti a fornire alla Cassa depositi e prestiti l’elenco dei pagamenti effettuati, entro 45 giorni dall’accredito dei fondi.

FONTE: PRESIDENZA DEL CONSIGLIO E MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE