DEMOLIZIONI EDILI fonte per lo studio dei TERREMOTI

20/08/2013 2148

DEMOLIZIONI EDILI fonte per lo studio dei TERREMOTI

Un interessante articolo sul sito http://www.laboratoryequipment.com dedicato allo studio degli effetti dei terremoti sugi edifici.

Ci sono voluti solo pochi secondi per un edificio di 13 piani che si affaccia sulla baia di San Francisco ad implodere, vomitando fumo e pezzi di cemento come si sbriciolò in un cumulo di macerie. Ma lo scienziato Rufus Catchings del Geological Survey stava meravigliandosi meno dello spettacolo visivo rispetto a quello che "poteva sentire con i piedi".

"Stavo cercando di percepire l'energia sismica a terra", dice Catchings, "a seguito del crollo".

L'edificio è stato recentemente ritenuto sismicamente pericoloso e gli scienziati hanno trasformato la sua distruzione in un valido strumento per capire i terremoti che hanno plasmato la California. L'impatto ha infatti inviato onde d'urto che i ricercatori sperano che possano simulare un terremoto di magnitudo 2.0. Gli scienziati avevano messo più di 600 sismografi in miniatura in cerchi concentrici all'interno di un miglio di un edificio per raccogliere i dati che useranno nei loro studi.

"Questo ci dirà sulla stessa zona di faglia, in particolare sull'ampiezza di energia sismica rilasciata, che ci aspettiamo sia pari a un vero e proprio terremoto" ha detto Catchings detto.

L'USGS stima che ci sia 1% di probabilità di un forte terremoto nella zona della baia entro i prossimi tre decenni. La faglia di Hayward, che attraversa diverse parti della città a oriente, anche sotto l'Univ. di California, Berkeley, è quella che più probabilmente si muoverà. Attraverso questi esperimenti gli scienziati intendono mappare le faglie sotto Los Angeles e quindi dove intervenire in forma preventiva.

L'idea di utilizzare la demolizione dell'edificio viene da Lutero Strayer, professore associato di geologia presso l'università che ha chiamato i funzionari USGS per vedere se fossero interessati. Dopo l'implosione, Strayer dice che è più che ottimista circa i risultati possibili: "Non potevamo davvero chiedere di meglio", ha affermato.

Per saperne di più:

www.laboratoryequipment.com/news/2013/08/building-demolition-fuels-quake-study