Operazione Concordia: Ingegneri Uber Alles

17/09/2013 1747

Il Presidente del CNI, Armando Zambrano, esprime il suo grande compiacimento per il ruolo svolto dagli ingegneri nell’operazione Concordia. Una dimostrazione di come l’Italia abbia “risorse straordinarie che vanno solo valorizzate”.

Un’operazione di altissima difficoltà, assolutamente senza precedenti, il cui successo è motivo di orgoglio e prestigio per l’ingegneria italiana”. E’ grande la soddisfazione del Presidente del Consiglio Nazionale Ingegneri, Armando Zambrano, per la completa riuscita del recupero della nave Concordia, intervento nel quale è stato decisivo il ruolo dei nostri professionisti. “Ancona una volta – prosegue Zambrano – si è potuto dimostrare come l’ingegneria, mettendo in rete le varie competenze, sia riuscita a risolvere una situazione apparentemente impossibile”. L’esempio di come “al di là del chiacchiericcio fine a se stesso, l’Italia ha risorse straordinarie che vanno solo valorizzate. Una conferma di come il nostro Paese possa competere sullo scenario internazionale, senza complessi di inferiorità”.
Armando Zambrano ricorda come “il Consiglio Nazionale Ingegneri abbia da sempre posto una grande attenzione verso le problematiche relative alla sicurezza in mare, istituendo uno specifico gruppo di lavoro focalizzato, in particolare modo, sul Mediterraneo, un contesto naturale quanto mai delicato perché chiuso e in costante deficit idrico”.
Il Presidente del CNI conclude rivolgendo un caloroso saluto e ringraziamento “a quei colleghi in prima fila nell’operazione Concordia, i quali hanno tenuto alto il nome e il valore della nostra ingegneria”.

Fonte: Segni e Suoni