Paul Hewins: 12 aspetti essenziali della città verde del futuro

19/10/2013 3190
Un interessante articolo pubblicato su: 
http://www.boston.com/business/blogs/global-business-hub/2013/10/12_essential_as.html


Per la prima volta nella storia del mondo più persone vivono in città che nelle zone rurali .
E questa tendenza non sta esaurendosi.

Nel 2030, le Nazioni Unite prevedono che il 60 per cento della popolazione mondiale vivrà nelle grandi città.
La sfida è quella di massimizzare il potenziale verde di tutti gli elementi della città e dei suoi abitanti .

Con questo in mente l'autore ha riportato i 12 aspetti essenziali della città verde del futuro non troppo lontano.
Forse l'ha fatto un po' confusionalmente, ma sono comunque dodici utili riflessioni per pensare al futuro delle città.

1. Infrastrutture per promuovere il transito a piedi e in bicicletta e altre alternative all'uso dell'automobile. La città verde richiede un esteso sistema di trasporto pubblico, le piste ciclabili e altre infrastrutture di supporto alla mobilità senza auto, pur avendo anche posti per lavorare, vivere e socializzare nelle immediate vicinanze. Gli uffici saranno costruiti con spostamenti verdi in mente, quindi pensando a portabici (più docce e spogliatoi), stazioni di ricarica per auto elettriche e sistemi di car sharing e un facile accesso ai mezzi pubblici . A Boston, il ponte di Longfellow è stato ricostruito con ampi marciapiedi per i pedoni, rendendo la passeggiata al lavoro più semplice e sicura.

2. Edifici ad alta efficienza energetica.

3. In loco la produzione di energia da fonti rinnovabili, come quella solare, eolica e geotermica.

4. Fornitura di energia off - site rinnovabili, compresa l'energia idroelettrica a basso impatto, l'energia eolica e l'energia solare.

5. Riciclaggio dei rifiuti . I prodotti di scarto saranno recuperati e condizionati per pter essere riusato. Questo concetto va oltre la famiglia e l'ufficio ogni giorno si rifiutano di comprendere edifici smontati e dei rifiuti di costruzione. La ristrutturazione dei Musei d'Arte Harvard ha raggiunto un eccezionale 98 per cento di tasso di riciclaggio .

6. I tetti verdi. I sistemi di copertura useranno la vegetazione per assorbire l'acqua piovana e di ridurre la riflessione del calore. Un esempio di questo locale è la nuova legge edilizia Harvard School di Cambridge , il tetto verde isola l' edificio e assorbe l'acqua per evitare eventuale deflusso durante temporali . Quella pioggia vengono raccolte e utilizzate in seguito per irrigare le piante.

7. La raccolta dell'acqua piovana. L'acqua piovana viene raccolta , conservata e utilizzata per l'irrigazione - forse anche per il bestiame di acqua potabile.

8. Il riciclaggio dell'acqua. Delle acque reflue sarà parzialmente trattata e riutilizzata, per esempio, negli edifici per servizi igienici di lavaggio, o per l'irrigazione agricola e il paesaggio.

9. I materiali e le risorse regionali. Gli edifici saranno costruiti con materiali di provenienza locale, preferibilmente con contenuto riciclato e prodotti con un impatto minimo sull'ambiente. Questi dovrebbero durare l' intero ciclo di vita dell'edificio e sono facilmente riciclabili dopo.

10. I materiali di provenienza locale saranno prodotti a standard di qualità costante ed etichettati per il controllo delle scorte e just- in-time di consegna al cantiere. 

11. Sana qualità dell'aria interna. Nessun composto nocivo sarà ammesso.

12 . Riqualificazione dei vecchi edifici per renderli ad alta efficienza energetica.