Sisma, proroga scadenze per domande contributo abitazioni e imprese

23/10/2013 2801

Sisma, proroga scadenze per domande contributo abitazioni e imprese
I nuovi termini di presentazione stabiliti nell'ordinanza n. 131 del 18 ottobre 2013

In sintesi
La proroga delle scadenze per le domande è stata definita nell'ordinanza n. 131 del 18 ottobre del Commissario delegato Vasco Errani.
Il provvedimento stabilisce che la proroga può essere concessa a condizione che si compili un’istanza di prenotazione per il successivo deposito della domanda di contributo. L’istanza consiste nella compilazione di un modulo all'interno delle piattaforme informatiche Mude e Sfinge con le principali informazioni relative all’intervento.
E' inoltre previsto l’ampliamento del termine per la presentazione della documentazione finale che è stabilito, a pena di decadenza dal contributo, in centoventi giorni dalla data di ultimazione dei lavori. Le proroghe in dettaglio


Approfondimento

Prorogate le scadenze per la presentazione delle domande di contributi di abitazioni e imprese. Lo definisce l’ordinanza del presidente della Regione Emilia-Romagna e Commissario delegato per la Ricostruzione, Vasco Errani, la numero 131 del 18 ottobre 2013, che stabilisce le disposizioni relative ai termini di presentazione delle domande di contributo per la ricostruzione privata.

Il provvedimento stabilisce che la proroga dei termini viene concessa a condizione che venga compilata un’istanza di prenotazione per il successivo deposito della domanda di contributo. L’istanza consiste nella semplice compilazione di un modulo, sempre all’interno delle due piattaforme informatiche Mude e Sfinge, contenente le principali informazioni relative all’intervento (beneficiario, ubicazione, tipologia eccetera).
La mancata compilazione dell’istanza di prenotazione non permetterà il successivo deposito della domanda di contributo. Questo poiché il processo di presentazione delle domande di contributo evidenzia la necessità di consentire un ulteriore lasso temporale per presentare le richieste ma allo stesso tempo occorre avere conoscenza in tempi certi delle domande che saranno presentate e dei contributi che saranno richiesti.

Il provvedimento, tra l’altro, prevede anche l’ampliamento del termine per la presentazione della documentazione finale che è stabilito, a pena di decadenza dal contributo, in centoventi giorni dalla data di ultimazione dei lavori. L’ordinanza, online sul sito Dopo il terremoto , sarà pubblicata sul Bollettino ufficiale telematico della Regione Emilia-Romagna (Burert).


Le proroghe in dettaglio

Per gli interventi iniziati, la cui presentazione delle domande scadeva il 30 settembre 2013, l’istanza di prenotazione dovrà essere presentata entro il 30 novembre 2013 e il deposito definitivo della domanda entro il 31 gennaio 2014.
Per quanto riguarda abitazioni con danni B o C, il cui termine per la presentazione delle domande era il 31 dicembre 2013, la scadenza per il deposito viene spostata al 28 febbraio 2014, in questo caso non è prevista istanza di prenotazione.

Per le abitazioni con danni classificati E la prenotazione dovrà essere compilata entro il 31 gennaio 2014 e il deposito della domanda dovrà avvenire entro il 31 dicembre 2014. Per quanto riguarda interventi su immobili compresi nelle Umi il deposito della domanda è previsto entro il 31 dicembre 2014 mentre per quelle subordinate al piano della ricostruzione entro il 30 giugno 2015.

Sul versante delle imprese prevista la prenotazione entro il 31 gennaio 2014 e il deposito entro il 31 dicembre 2014.
La prenotazione è sempre telematica e realizzata con il sistema informatico Mude, per le abitazioni, e con il sistema Sfinge per le imprese. Per le abitazioni richieste le ragioni del ritardo, l’ubicazione, il numero di unità immobiliari e famiglie mentre per le imprese vengono richiesti i dati del beneficiario, del settore, i beni su cui si chiede contributo, la stima del costo (con finestra a sei campi predefiniti).
La mancata istanza di prenotazione comporta la irricevibilità della successiva domanda: i dati dichiarati in fase di istanza di prenotazione possono poi essere rettificati in fase di deposito della domanda.

 

FONTE: REGIONE EMILIA ROMAGNA