Tecnologie per il petrolchimico e per il settore energetico

mcT Petrolchimico 2013 - L’evento dell’anno

1.100 i visitatori specializzati che hanno preso parte alla giornata di Milano

Si è conclusa con un nuovo record la quinta edizione di mcT Tecnologie per il Petrolchimico, giornata verticale dedicata ai professionisti impegnati nel settore del Petrolchimico e dell’industria di Processo, svoltasi a Milano il 28 novembre.

Ben 1.100 sono stati gli operatori specializzati presenti alla giornata, svolta in concomitanza con la prima edizione di mcT Safety&Security - iniziativa dedicata alle soluzioni e le tecnologie per la sicurezza attiva e passiva nei contesti industriali a elevata criticità; oltre 100 sono state invece le aziende partecipanti all’evento che hanno messo in mostra le loro soluzioni e applicazioni.

I numeri della giornata danno la misura di come l’evento nel tempo sia diventato un vero riferimento per il settore e l’intera community professionale.
mcT è organizzato da EIOM Ente Italiano Organizzazione Mostre, con la collaborazione di AIS/ISA Italy section (Associazione Italiana Strumentisti) e il patrocinio di ANIPLA (Associazione Nazionale Italiana per l’Automazione) e GISI (Associazione Imprese Italiane di Strumentazione), con il supporto promozionale diretto della “Guida Petrolchimico”.
Molto importante quest’anno è inoltre risultato il coinvolgimento diretto di aziende di primaria importanza quali ENI, SAIPEM ed ENEL, che hanno contribuito direttamente alla sessione plenaria congressuale con case study di grandissimo interesse.

Tecnologie per il petrolchimico e per il settore energetico” è stato il tema della giornata, aperta dal seguitissimo convegno mattutino, coordinato da Regina Meloni (SAIPEM), nel quale si è fatto il punto sulle attività di progettazione, gestione, manutenzione e sicurezza degli impianti, oltre che sulle soluzioni per l’efficienza energetica negli stabilimenti operativi, e che ha visto come detto la partecipazione attiva di SAIPEM, ENI ed ENEL.
Nel corso della mattinata sono state approfondite numerose tematiche, a partire dall’approfondimento di Paolo Conti (ENI), che è intervenuto con una case history sull’ottimizzazione non lineare della rete fuel gas; Alessadro Liburi e Alessandro Nardella (ENI), hanno invece presentato una relazione sulle problematiche dell’ottimizzazione dell’utilizzo dell’acqua e dell’energia nei siti operativi. Il tema della virtualizzazione, legato alle tecnologie per l’infrastruttura IT, sono state oggetto dell’intervento di Massimo Pessina e Luca Ferrario (SAIPEM); Massimo Maffeis e Marco Altigieri (ENEL), hanno presentato direttamente da uno Smarphone una demo dimostrativa in cui sono stati illustrati i sistemi multimediali per l’organizzazione delle squadre di manutenzione nel territorio.
Il convegno è poi continuato con la relazione sulla Energy harvesting per la strumentazione da campo wireless curata da Giorgio Saldarini (ABB); Giuseppe Leto (Rittal), ha approfondito il tema degli oggetti industriali intelligenti, in cui le tecnologie a un supporto per l’automazione dei processi produttivi vengono integrate in oggetti, materiali, apparecchiature e ambienti. Carlo Tarantola (CTAI), ha presentato la bozza di revisione della norma IEC 61511, in materia di sicurezza funzionale per l’industria di processo; Pasquale Fanelli (Invensys) ha introdotto il Plant Performance Monitoring System o PPMS sistema che si pone tra sistema di controllo di base ed i sistemi gestionali e di Business Intelligence.
A chiudere la mattinata l’intervento di Salvatore Squillaci (Sick), sulle soluzioni per il controllo delle emissioni massiche di gas serra (GHG) con un’incertezza che soddisfa i requisiti dei livelli più elevati previsti dalla regolamentazione.

Gli operatori, oltre a seguire con interesse la sessione congressuale mattutina, hanno avuto modo di affollare la ricca parte espositiva, e di seguire con attenzione i seminari pomeridiani dal taglio tecnico-applicativi proposti dalle stesse aziende partecipanti che hanno condiviso le ultimissime soluzioni riguardanti le questioni più calde del momento.

L’appuntamento di Milano, a partecipazione gratuita e riservato a tutti gli operatori specializzati, si conferma un’occasione imperdibile per entrare nel merito delle soluzioni applicative proposte, conoscere gli aggiornamenti e le prospettive nel campo del settore Petrolchimico, oltre che sviluppare business.

Dopo il successo dell’edizione 2013, conclusa con numeri da record e che ha soddisfatto le aspettative di pubblico e aziende, mcT Tecnologie per il Petrolchimico dà appuntamento nel 2014 con la sesta edizione sempre a Milano il 27 novembre.
 

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su