Architettura | Città | Sostenibilità | Professione
Data Pubblicazione: | Ultima Modifica:

100 anni dell'Ordine degli Architetti: l'evento "OPEN!" studi di architettura aperti in tutta Italia

Il 23 e 24 giugno si terranno in tutta Italia gli eventi "Open!" Studi aperti" organizzati dal CNAPPC per il Centenario degli Ordini degli Architetti e degli Ingegneri istituiti con la Legge 1395 del 24 giugno 1923. Tante le manifestazioni culturali tra Rassegne, Mostre, Incontri, Lectio Magistralis

"Open!": tutte le iniziative per il Centenario dell'Ordine degli Architetti

Il 23 e 24 giugno 2023 si terrà l'evento "Open Studi aperti" sotto iniziativa del Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori (CNAPPC) per i 100 anni degli Ordini degli Architetti e degli Ingegneri istituiti con la Legge 1395 del 24 giugno 1923. 

Sono oltre 500 gli eventi, Rassegne, Festival, Mostre, Lectio magistralis, tra quelli inseriti nell’ambito di Open Studi Aperti e quelli organizzati autonomamente dagli Ordini territoriali che caratterizzato quella che può definirsi come la più grande manifestazione di Architettura diffusa su tutto il territorio nazionale.

Filo conduttore di tutte le manifestazioni culturali è la valorizzazione della funzione civile dell’architettura e di una professione, quella di Architetto, Pianificatore, Paesaggista e Conservatore, sempre più essenziale nel fornire risposte ai bisogni delle comunità, poiché realizza interventi che hanno sempre di più una valenza sociale.

Questa rassegna di eventi rappresentano un'occasione per far conoscere il mondo dellarchitettura ad un vasto pubblico e ai non addetti ai lavori e per rappresentare l’importanza del lavoro di professionisti che intervengono su luoghi, spazi e città per migliorare la qualità di vita delle comunità, esercitando, così, una importante influenza sulla realtà sociale. Una professione, dunque, quella di architetto, che svolge una funzione significativa anche per la conservazione della memoria storica del nostro Paese, prendendosi cura del patrimonio architettonico ed ambientale. Ciò richiede conoscenze e competenze proprie di chi appartiene ad una professione istituzionalmente ordinata e che non può essere svolta da chiunque.

É importante allora in questa ricorrenza evidenziare il fondamentale ruolo degli Ordini provinciali tenutari dell’Albo, erogatori di formazione professionale a garanzia della collettività che con la loro diffusione capillare rappresentano 105 presidi di cura dei territori.

Per questi motivi il CNAPPC ha scelto che sia la narrazione da parte degli Ordini e dei professionisti - attraverso l’organizzazione di eventi, Rassegne, Festival, Mostre, Lectio magistralis - a caratterizzare il Centenario sia con eventi autonomi che inseriti nella cornice di Open Studi Aperti concepito come un importante evento nazionale che costituisce l’avvio delle celebrazioni.

Tra le altre iniziative in programma la presentazione dell’indagine “2023 l’immagine sociale degli Architetti” che il CNAPPC ha commissionato all’istituto di ricerca Makno e che punta a evidenziare la percezione di questa figura professionale dopo l’impatto della pandemia che ha influito così drasticamente sulle modalità dell’abitare dal punto di vista pubblico oltre che privato.

Il Centenario vivrà anche una sua dimensione internazionale. Il CNAPPC parteciperà infatti dal 4 al 6 luglio a Copenhagen al Congresso Mondiale dell’Unione Internazionale degli Architetti (UIA) “Futuri sostenibili - Non lasciare indietro nessuno” dove, in un apposito stand ed attraverso specifici focus, verranno illustrate le azioni della comunità degli architetti italiani tra le quali quelle messe in atto per la realizzazione di politiche sul futuro di città e territori fondate sulle parole chiave vivibilità, sostenibilità, resilienza e sicurezza.

La capitale danese farà anche da amplificatore all’edizione 2023 dei Premi “Architetto dell’anno” e “Giovane Talento dell’Architettura italiana” ai quali è possibile candidarsi fino al prossimo 24 luglio e che, nell’ambito del Centenario, si propongono di dare visibilità a quei professionisti che rappresentano un’eccellenza nell’aver saputo raccogliere le sfide che l’architettura contemporanea impone oggi, attraverso una dimensione etica che deve sempre di più caratterizzare la professione di architetto.

Francesco Miceli, Presidente CNAPPC: "Un Manifesto dei principi fondativi della professione nel quadro dei valori etici"

“La nostra missione è quella di costruire una identità comune fondata su principi che siano un comune denominatore attraverso i quali si amplifichi il nostro ruolo sociale. Ecco perché proprio in questo anno va costruito un “Manifesto dei principi fondativi della nostra professione” nel quadro dei valori etici che devono esserne la guida.
Un Manifesto che deve essere aperto a quei soggetti che, insieme a noi, contribuiscono, ciascuno con le proprie capacità a realizzare quelle trasformazioni di città e territori - di cui noi siamo gli artefici attraverso l’ideazione e la realizzazione del Progetto - ma che necessitano anche di altre competenze.

Così Francesco Miceli, Presidente del Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori (CNAPPC) alla vigilia di “Open Studi Aperti” che da l’avvio, domani 23 giugno, alle iniziative per il Centenario dell’istituzione dell’Ordine degli Architetti.

Francesco Miceli, Presidente del CNAPPC.
Francesco Miceli, Presidente del CNAPPC.

Poi continua dicendo: "La fase eccezionale che stiamo vivendo, ricca di potenzialità ma anche di profonde contraddizioni, in cui hanno avuto un ruolo determinante le crisi che si sono succedute negli ultimi anni, si presenta come una grande sfida che, come professionisti, non possiamo disconoscere, a cominciare da quella del PNRR che assume un grande valore strategico in grado di proiettare il nostro Paese nel futuro”.


"L'architetto costruisce per l'uomo e per la storia": Alessandra Ferrari, Responsabile del Dipartimento Cultura (CNAPPC)

Per Alessandra Ferrari, Responsabile del Dipartimento Cultura del CNAPPC ‘’il Centenario non è solo una ricorrenza. Appartenere da 100 anni ad un Ordine professionale è azione durevole ed essenziale. É condivisione di un patrimonio valoriale fondato sul sapere specifico dell’attività professionale condotta sull’aderenza ad un quadro etico-comportamentale e ciò a garanzia non del professionista, ma del destinatario: tutta la collettività. Il futuro delle nostre generazioni infatti è legato a come si progettano le città e al giusto equilibrio sociale, economico, energetico e soprattutto ambientale. La delicata strategicità del nostro lavoro che ha conoscenze tecniche e umanistiche riconosciute a livello europeo è quindi evidente. L’architetto costruisce per l’uomo e per la storia e il suo lavoro ha un profondo valore etico e sociale. ‘’

L’Ordine è il garante della difesa degli interessi collettivi, a tutela del rischio che l’attività professionale venga spinta, sulla scia di talune tendenze economico finanziarie europee prive di visione, verso un attività meramente economica. Sarà ponte tra le esigenze espresse territorialmente dai cittadini e gli architetti che guidano le trasformazioni dei territori.


-CONSULTA IL PROGRAMMA AGGIORNATO DEGLI EVENTI -

Architettura

L'architettura moderna combina design innovativo e sostenibilità, mirando a edifici ecocompatibili e spazi funzionali. Con l'adozione di tecnologie avanzate e materiali sostenibili, gli architetti moderni creano soluzioni che affrontano l'urbanizzazione e il cambiamento climatico. L'enfasi è su edifici intelligenti e resilienza urbana, garantendo che ogni struttura contribuisca positivamente all'ambiente e alla società, riflettendo la cultura e migliorando la qualità della vita urbana.

Scopri di più

Città

Con questo Topic raccogliamo le News e gli approfondimenti pubblicati su Ingenio sul tema della Città.

Scopri di più

Professione

Tutto quello che riguarda l’attività professionale: la normativa, le informazioni dai consigli nazionali e dagli ordini, la storia della...

Scopri di più

Sostenibilità

Con questo Topic riportiamo tutte quanto pubblichiamo su quello che riguarda il tema della sostenibilità: gli accordi internazionali e nazionali, i protocolli di certificazione energetici ambientali, le news e gli approfondimenti scientifici, i commenti.

Scopri di più

Leggi anche