Prezzi Energia | Energia | LOGICAL SOFT SRL
Data Pubblicazione:

I punti del Governo per il piano di risparmio energetico

Analizziamo i punti fondamentali del piano di contenimento dei consumi di gas per il risparmio energetico presentato dal Ministero della Transizione Ecologica. Il piano si basa sullo studio condotto da ENEA con ISNOVA e Logical Soft.

Europa: il piano e gli obiettivi per il risparmio energetico

Il dibattito internazionale, da mesi, pone al centro delle proprie discussioni la crisi energetica in atto. Il risparmio energetico è una necessità sempre più urgente per il nostro paese e proprio per questo l’Europa sta discutendo sulle prossime misure.

Il 6 settembre il MiTE ha pubblicato il Piano di contenimento dei consumi di gas naturale che risponde al Regolamento europeo del 5 agosto 2022. Il piano prevede che nel periodo che va dal 1° agosto al 31 di marzo 2023 gli stati membri riducano i propri consumi di gas, a livello nazionale, fino al 15% rispetto alla media dei consumi dei 5 anni precedenti. Queste misure vengono definite “misure volontarie di riduzione della domanda”. Le misure passano da volontarie ad obbligatorie nel caso in cui l’UE dichiarasse lo stato di allerta. 

Per quanto riguarda le misure volontarie occorre intraprendere una serie di azioni:

  • Campagne di sensibilizzazione;
  • Obblighi mirati di riduzione del riscaldamento e raffrescamento.

l’Italia, con le misure volontarie proposte all’interno del piano di contenimento, deve arrivare a risparmiare 8,2 mld di Smc di gas naturale.

Quali misure attuare per l’approvvigionamento di gas?

L’obiettivo più importante, per il nostro Paese, è quello di ridurre la dipendenza dal gas russo che prima della guerra arrivava al 40% del totale nazionale. Le misure per un approvvigionamento adeguato di gas naturale procedono su due strade:

  • assicurare un elevato grado di riempimento degli stoccaggi per l’inverno 2022 – 2023
  • diversificare la provenienza del gas importato in tempi rapidi.

Per quanto riguarda il primo obiettivo sappiamo che al 1° di settembre 2022 il livello di riempimento degli stoccaggi era all’83%, valore in linea, anzi superiore, rispetto al previsto. È fondamentale il raggiungimento di questo obiettivo per avere dei margini di sicurezza e affrontare l’inverno.

In merito alla diversificazione delle forniture di gas, ci sono varie misure in programma dall’anno in corso fino al 2025: nuovi accordi di approvvigionamento del gas dall’Algeria e l’aumento della produzione nazionale. Inoltre, il Governo si è attivato per garantire approvvigionamenti di GNL da nuove rotte. Per fare questo sono però necessari nuovi impianti rigassificatori poiché quelli attuali sono pienamente sfruttati. Le misure fin qua descritta sono complementari alle soluzioni per potenziare la produzione di energia da fonti rinnovabili un fattore strategico per tenere testa alla crisi energetica.

Il risparmio energetico negli edifici residenziali: le proposte di ENEA

A luglio ENEA ha presentato un interessante studio sui consumi negli edifici residenziali in cui si mostra come risparmiare 2,7 miliardi di metri cubi di gas tramite misure amministrative e comportamentali. Il focus di ENEA sul comparto residenziale ha una ragione: esso è responsabile del 30% dei consumi finali di energia e del 12% di emissioni dirette di CO2 del totale del nostro Paese. Le due cause principali sono la climatizzazione degli ambienti e l’utilizzo di acqua calda sanitaria

Per simulare il risparmio energetico, i ricercatori hanno analizzato due tipologie di edifici molto diffusi in Italia:

  • una villetta;
  • e un appartamento in condominio.

Allo studio hanno collaborato con ENEA anche SINOVA e Logical Soft. La simulazione è stata infatti eseguita con il software di diagnosi energetica TERMOLOG

Il software utilizza il metodo di calcolo dinamico orario sviluppato dal Politecnico di Milano con il Professor Giuliano Dall’Ò. Il calcolo dinamico di TERMOLOG gestisce infatti le condizioni di utilizzo reali dell’edificio. Questo vuol dire che si possono specificare per ogni mese i giorni e le ore effettive di funzionamento dell’impianto. I risultati ottenuti sono decisamente più aderenti alla realtà.

Come si simula una diagnosi dell’edificio con calcolo dinamico? Prima si crea il modello energetico. Poi, per ogni zona climatizzata, si definiscono la programmazione del termostato e la temperatura in regime di attenuazione imposta secondo la UNI EN ISO 52016. Con TERMOLOG si calcola l‘effettivo risparmio di gas ottenuto riducendo la temperatura o il funzionamento orario.

Dai risultati di calcolo è stato quindi possibile definire le misure da adottare per ridurre i consumi energetici nelle due tipologie di edifici, villetta ed appartamento.

Quattro misure per il risparmio energetico e il piano di contenimento

Le misure volontarie sono in sintesi:

  • massimizzare la produzione di energia elettrica con combustibili diversi dal gas e potenziare le rinnovabili nel settore elettrico;
  • contenere i consumi di riscaldamento;
  • sensibilizzare i cittadini e ridurre i costi della bolletta attraverso misure comportamentali volontarie;
  • contenere i consumi nel settore industriale (su questo è aperto un tavolo con Confindustria).

Le prime due risorse diventeranno poi obbligatorie in caso di stato di allerta.

Riscaldamento: quali misure?

Le misure di contenimento del gas per il riscaldamento valgono un totale di 2,7 miliardi di Smc per il residenziale e 0,5 Smc per uffici e attività commerciali.

Queste misure hanno bisogno di provvedimenti normativi. Infatti, è previsto breve un decreto per:

  • ridurre di 1°C la temperatura;
  • ridurre di un’ora al giorno e di 15 giorni all’anno l’accensione dell’impianto.

L’Italia è divisa in sei zone climatiche per le quali viene disposto uno specifico calendario di utilizzo dell’impianto.

Le stime iniziali del piano avevano previsto un risparmio totale di 2,5 mld di Smc di gas tra residenziale, uffici e negozi.

Invece, proprio grazie allo studio effettuato da ENEA con il software di simulazione dinamica TERMOLOG, è stato possibile ottenere risultati più accurati in cui si legge che il risparmio potrebbe essere anche di 3,2 mld di Smc di gas.

Continua a leggere le misure comportamentali e scopri quanto si risparmia.


CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO