Digitalizzazione | Ingegneria Strutturale | AMV SRL
Data Pubblicazione:

Miglioramento funzionale di un edificio ante ‘900 in muratura ordinaria con realizzazione di un loggiato in legno

Miglioramento funzionale di un edificio ante ‘900 in muratura ordinaria con realizzazione di un loggiato in legno

L’intervento descritto rientra nella tipologia “d’interventi locali che interessino elementi isolati, e che comunque comportino un miglioramento delle condizioni di sicurezza preesistenti”.
 
Il progetto
Il fabbricato è stato costruito prima del 1900, in muratura ordinaria. Esso si trova nella Zona Omogenea A1 – Ambito storico di conservazione e trasformazione conservativa del vigente P.R.G. del Comune di Polistena e ricade all’interno del ”Piano di recupero del centro storico di iniziativa privata ricompreso tra le vie Matrice, Vittoria, Medico Grio e Conte Milano”.
Le opere previste sono necessarie per un miglioramento funzionale del fabbricato, non alterano la superficie utile, e consistono nella realizzazione di un loggiato aperto su tre lati e la rimodulazione di parte della copertura, secondo le prescrizioni del P.d.R. sui citato. I prospetti sono stati modificati in modo tale da non pregiudicare il decoro estetico del quartiere nonché dell’edificio e in particolare si riprenderanno i motivi geometrici dei “pilastri murari” esistenti e inserendo una parte della copertura geometricamente coerente con la tipologia costruttiva prevalente come da P.d.R. Verrà effettuata una ristrutturazione edilizia con la variazione parziale di sagoma, volume e prospetti, per come di seguito meglio specificato.
 
Destinazione d’uso e geometria della struttura
Si tratta di un edificio privato esistente destinato a civile abitazione, con struttura in muratura ordinaria a 2 piani fuori terra, nel comune di Polistena in fregio tra le vie Matrice, Vittoria e Conte Milano con Classe d'uso II, costruito antecedentemente il 1900.
 
Il fabbricato fa parte di un più ampio organismo edilizio ricadente tra le vie Matrice, Vittoria, Medico Grio e Conte Milano con dimensioni in pianta 25,09 mt per 25,32 mt. Sul piano primo, nella porzione Sud-Est delle edificio, si trova una porzione di fabbricato staccato dal resto delle strutture di fabbrica da giunti, con tipologia a volta a crociera in muratura ordinaria, dimensioni pari a circa 6,00 mt di larghezza per una lunghezza di 8,40 mt, ed una altezza di gronda pari a circa 7,05 con una copertura su via Vittoria, attualmente a una sola falda con altezza di gronda pari a 6,40 mt e pendenza del 31%. La destinazione d’uso del vano chiuso attualmente adibito a cucina, wc e ripostiglio di SLP è pari a 36,00 mq.
 
Strutture Esistenti
Le strutture esistenti dell’intervento si presentano come delle volte a crociera, in serie di tre in malta di calce e mattoni con contrafforti in muratura ordinata di mattoni di dimensioni di 1,30 mt per 1,30 mt in ottime condizioni.
Per qualificare i materiali si è innanzitutto rilevato in modo esteso la geometria dell’intero organismo edilizio, rilevando tre corpi di fabbrica, di cui il principale in muratura ordinaria prospiciente le vie Conte Milano, Via Medico Grio e parzialmente via Vittoria a 2 piani fuori terra con copertura i Tegole a padiglione, un vano in cemento armato attiguo al giardino al piano terra, sempre staccato da giunto tecnico e il fabbricato in questione a volte prospicente via Matrice, angolo via Vittoria.
Le verifiche dei dettagli sono da considerarsi ai sensi delle NTC 2008 §C8A.1.A.2 come limitate, avendo a disposizione la visione delle volte che sono prive d’intonato e protette con Consolidante a protezione superficiale trasparente.
 
  

La verifica preliminare
In generale l’intervento locale ha riguardato singole parti e/o elementi della struttura interessando porzioni limitate della costruzione. Il progetto e la valutazione della sicurezza sono stati riferiti alle sole parti e/o elementi interessati e documentano che, rispetto alla configurazione alla variante, non sono state prodotte sostanziali modifiche al comportamento delle altre parti e della struttura nel suo insieme e che gli interventi hanno comportato un miglioramento delle condizioni di sicurezza preesistenti. La relazione di cui al par. 8.2 delle NTC2008 in questi casi può essere limitata alle sole parti interessate dall’intervento.
 
 
Tipologia di intervento
L’intervento rientra come detto nel capitolo 8.4.3 delle NTC 2008 nella tipologia “d’interventi locali che interessino elementi isolati, e che comunque comportino un miglioramento delle condizioni di sicurezza preesistenti”; ciò comporta una rigorosa metodologia di calcolo, basata sulla lettura degli elaborati originali, dei risultati sperimentali sulle prove in situ effettuate e delle criticità eventualmente riscontrate sulle strutture esistenti.
L’intervento si inquadra anche come ampliamento all’ultimo livello in adiacenza alla porzione di edificio esistente in quanto l’incremento di masse considerate ai fini sismici è minore del 15% di quelle esistenti e non produce un incremento del 10% dei carichi in fondazione come dimostrato con il modello di calcolo.
La struttura si presenta in buono stato dal punto di vista strutturale, non sono presenti fessurazioni e/o elementi critici evidenti e si rileva una buona manutenzione delle opere.
  
La valutazione della sicurezza e la progettazione degli interventi sulle costruzioni esistenti potranno, a norma del NTC 2008, essere eseguiti con riferimento ai soli SLU; nel caso in cui si effettui la verifica anche nei confronti degli SLE i relativi livelli di prestazione possono essere stabiliti dal Progettista di concerto con il Committente.
L’intervento riguarda localmente il piano primo, nella porzione Sud-Est delle edificio, prospicente via Vittoria ad angolo via Matrice, ove si è proceduto alla costruzione di un loggiato in legno e tegole con pilastri in legno, di dimensioni pari a circa 6,00 mt di larghezza per una lunghezza di 8,40 mt, ed una altezza di gronda pari a circa 7,05, con una pendenza di falda del 28% aperto su tre lati, e al contemporaneo riallineamento delle gronde di parte della copertura su via Vittoria, attualmente a una sola falda con altezza di gronda pari a 6,40 mt e pendenza del 31%, con la realizzazione di una copertura a due falde in tegole allineato alla gronda e al colmo al costruendo loggiato con i medesimi materiali e di dimensioni pari a circa 6,00 mt di larghezza per 6,00 mt di profondità generando un nuovo volume di 23,40 mc, dovuto all’innalzamento delle linea di gronda di 0,65 cm, conservando sia la superficie originaria che la destinazione d’uso del vano chiuso attualmente adibito a cucina, wc e ripostiglio di SLP pari a 36,00 mq.
 
ALL’INTERNO DELL’ARTICOLO LA RELAZIONE DI CALCOLO