Sicurezza Lavoro | Sicurezza
Data Pubblicazione:

Rischio architettonico e sicurezza sul lavoro, finalmente dei metodi e dei protocolli forniti da INAIL

Un protocollo di valutazione applicato a due scale di riferimento: l'edificio nel suo complesso, con le sue pertinenze esterne e la singola unità spaziale di cui esso è composto. Nella sezione Allegati la guida di INAIL.

Rischio architettonico in ambiente di lavoro: la guida con metodi e protocolli

Quando si parla di ambiente di lavoro sappiamo gli effetti che questi luoghi dal punto di vista sia architettonico che tecnico possono influire sulla vita degli utenti dal punto di vista della salute fisica e mentale, nonché sul loro benessere.

Purtroppo ancora manca un quadro normativo che tratti in modo approfondito e specifico tali argomenti. É per questo motivo che è difficile valutare i fattori e i rischi legati agli aspetti fisici degli ambienti di lavoro.

Per cercare di venire incontro a questa carenza normativa, l'Inail e l'Università Federico II di Napoli hanno pubblicato "Valutare il rischio architettonico negli ambienti di lavoro", secondo volume della collana Ras, Ricercare e applicare la sicurezza, frutto di una convenzione tra la direzione regionale dell'Inail e l'area di ricerca Leas del centro interdipartimentale di ricerca Laboratorio di urbanistica e pianificazione territoriale R. d'Ambrosio (LUPT).

Il volume presenta dei fascicoli con all'interno metodologie e protocolli risultati da attività di ricerca già condotte sul territorio, e realizzate dal laboratorio di Ergonomia applicata e sperimentale del dipartimento di Architettura dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, in collaborazione con la Contarp (Consulenza tecnica accertamento rischi e prevenzione) dell'Inail - Direzione regionale Campania, sul tema della prevenzione e della valutazione del rischio nell'ambiente di lavoro.

Rischio architettonico per la salute del lavoratore: in cosa consiste

Il rischio connesso alle componenti architettoniche. Ciò che si considera è la probabilità che gli elementi tecnici e ambientali dei sistemi edilizi e degli spazi esterni ad essi connessi, nei quali si svolgono le attività di lavoro, possano determinare condizioni di pericolo per la salute e la sicurezza degli operatori in ragione delle loro caratteristiche tecnico-costruttive e del loro stato di conservazione, manutenzione e utilizzo.

Per riassumere, la pubblicazione  affronta i temi di benesseresicurezza, salute e comfort e della qualità di vita all'interno dell'ambiente di lavoro mettendoli in relazione con le componenti architettoniche.

Viene messo a punto un protocollo di valutazione applicato a due scale di riferimento: l'edificio nel suo complesso, con le sue pertinenze esterne e la singola unità spaziale di cui esso è composto.

Sia alla scala dell'edificio che a quella dell'unità spaziale, il protocollo costituisce una guida per l'identificazione dei fattori architettonici che possono rappresentare una fonte di rischio per la salute, la sicurezza, il comfort e il benessere degli utenti. Tutto questo concentrandosi non solo sugli elementi tecnici sia le qualità ambientali e spaziali degli ambienti di lavoro.

Allegati

Leggi anche